CHE FINE HA FATTO – Rey Manaj, la giovane promessa albanese

CHE FINE HA FATTO – Rey Manaj, la giovane promessa albanese

39° appuntamento con la rubrica settimanale di Passioneinter.com

di Simone Tortoriello, @simonzibon

“Che fine ha fatto” è la rubrica settimanale di Passioneinter.com che tratterà i vari giocatori transitati in nerazzurro che sono poi finiti nel dimenticatoio, raccontando come è proseguita la loro carriera una volta andati via dall’Inter.

Oggi è il turno di Rey Manaj, la promessa albanese acquistato a titolo definitivo dall’Inter nel 2016 e finito in una girandola di prestiti ancora non conclusa.

L’Inter acquista in prestito Manaj dalla Cremonese nel 2015, in cambio dei prestiti di Fabio Eguelfi e Francesco Forte, e dopo le convincenti prestazioni nella primavera nerazzurra, culminate con la vittoria in Coppa Italia contro la Juventus grazie anche ad un suo gol. Quello stesso anno, fa anche il suo debutto in Serie A con la prima squadra.

La società nerazzurra crede in lui, e il 24 giugno 2016 viene riscattato per la cifra di 500 mila euro.

LA SERIE A CON IL PESCARA – Insieme a Cristiano Biraghi, per la stagione 2016/17 l’Inter decide di mandare entrambi in prestito al Pescara per “farsi le ossa” e tastare con mano le pressioni della Serie A. Fa il suo debutto subentrando a Memushaj nella prima partita di campionato pareggiata 2-2 contro il Napoli, e nella gara successiva contro il Sassuolo arriva anche la gioia del primo gol nella massima serie italiana, arrivato nella gara persa 1-2 contro il Sassuolo (poi assegnata a tavolino al Pescara per 0-3). Il mese successivo arriva anche il secondo gol contro il Genoa. Purtroppo, dopo soli 6 mesi con la maglia biancoazzurra si conclude la sua esperienza abruzzese, e l’Inter lo rigira in serie B al Pisa.

PARENTESI AL PISA – Per Manaj è di nuovo tempo di indossare la maglia nerazzurra, ma quella del Pisa, che lo fa esordire nella gara casalinga contro la Ternana il 22 gennaio. Il biglietto da visita per i nuovi tifosi però non è di certo dei migliori, e l’ex Inter sbaglia un calcio di rigore. Fortunatamente l’errore sarà indolore, e il Pisa vince la gara 1-0. Per il primo gol con la maglia del club toscano bisognerà attendere il 12 marzo, quando sigla un bel gol contro il Vicenza. Si ripete nella partita successiva contro il Latina, quando segna la rete che vale l’1-1 finale. I due gol consecutivi sembravano aver ridato nuova linfa al centravanti, ma da lì in poi le sue prestazione avranno più ombre che luci, e quelle due reti resteranno le uniche con la maglia del Pisa.

L’ESPERIENZA SPAGNOLA – Dopo la non esaltante parentesi pisana, l’Inter decide di non puntare più sul calciatore, e lo cede in prestito con diritto di riscatto al Granada, squadra militante nella Segunda Division spagnola. Per Rej è l’ora di tentare una nuova avventura in terra spagnola.

Con la maglia del Granada non riuscirà mai a convincere a pieno l’allenatore, che gli lascia giocare solo pochi spezzoni di gara. L’unico gol arriva nella gara contro il Numancia vinta 1-3. A fine stagione, il club spagnolo decide di non riscattarlo.

In terra andalusa c’è però ancora chi crede in lui, e il 30 giugno 2018 l’Albacete acquista in prestito con obbligo di riscatto l’attaccante albanese dall’Inter, che però si riserva il diritto di recompra. Manaj firma con la sua nuova squadra un quinquennale con scadenza a giugno 2023. In questa stagione ha segnato 6 reti con la nuova maglia fino a questo momento, ed è utilizzato dal tecnico dell’Albacete Ramis più come arma a partita in corso che da titolare.

Rey Manaj, dopo un inizio di carriera di certo non esaltante, all’età di 24 anni deve finalmente dare quella svolta alla carriera che ancora non ha dato, facendo ricredere le squadre che non hanno creduto in lui.

LEGGI ANCHE – CHE FINE HA FATTO SPENDLHOFER

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy