Punto Mercato – Il Napoli piomba su Icardi: Gabbiadini e cash per far vacillare l’Inter?

Punto Mercato – Il Napoli piomba su Icardi: Gabbiadini e cash per far vacillare l’Inter?

Punto Mercato – Come di consueto, approfondiamo le principali trattative di matrice interista delle ultime ore. Riusciranno i nerazzurri a resistere alle lusinghe partenopee per Mauro Icardi?

icardi social

La notizia del momento in ottica calciomercato è senza dubbio legata alla permanenza in nerazzurro di Mauro Icardi, corteggiato dal Napoli per il post Higuain, sempre più diretto verso Torino. Sarà Maurito l’erede del Pipita? Stando alle ultimissime di mercato, i partenopei sarebbero disposti a mettere sul piatto circa quaranta milioni di euro, ancora pochi per far vacillare i nerazzurri, disposti a privarsi del proprio uomo gol e capitano solo dinanzi ad un’offerta irrinunciabile. Attenzione però all’eventuale contropartita, con l’Inter che da sempre segue con interesse la situazione di Manolo Gabbiadini, attaccante del Napoli da sempre gradito a Mancini e pronto a cambiare aria per avere più spazio. Di acqua però, tra una vera e propria trattativa e lo stato attuale, sembra ancora passarne: l’Inter non sembra (almeno in questo momento) intenzionata a cedere dinanzi alle lusinghe napoletane e l’eventuale trattativa prenderebbe vita solo dopo l’ufficialità dell’addio di Gonzalo Higuain.
Sempre in zona gol, ritorno di fiamma nerazzurro su Antonio Candreva, tornato prepotentemente in corsa per il ruolo di esterno destro interista dopo il mancato accordo con il Napoli: Inter e Lazio continuano a trattare e, dopo una serie di incontri nelle ultime settantadue ore, la distanza sembra leggermente diminuita. L’Inter, infatti, pare orientata ad offrire un massimo di venti milioni più eventuali bonus, mentre i capitolini continuano a chiederne venticinque senza alcuna parte variabile, qualcosa in meno rispetto a quanto richiesto sino a poche settimane fa. Si complica invece la pista Gabriel Jesus, finito sui taccuini dei principali top club europei (adesso in vantaggio sembra esserci il Manchester City di Pep Guardiola) e valutato dal Palmeiras ben quaranta milioni di euro.
A centrocampo, nerazzurri alla finestra sulla situazione Witsel: il belga è intenzionato a lasciare lo Zentit e, tra le tante corteggiatrici, figurano proprio gli uomini di casa Inter, pronti ad offrire al riccioluto ex Benfica tre milioni di euro a stagione. Resta però da convincere lo Zenit, deciso a lasciar partire Witsel solo davanti ad un’offerta di almeno venti milioni di euro. Ormai tiepidissima la pista Toure, per l’ennesima volta lontano ai nerazzurri dopo l’ennesimo flirt d’inizio estate. L’ivoriano dovrebbe, salvo clamorose offerte, restare in Inghilterra alla corte di Guardiola.
In uscita, invece, non mancano le pretendenti per Marcelo Brozovic, finito nel mirino di tante big d’Europa dopo il buon europeo. Sul croato è da tempo forte l’Arsenal, ma, stando alle ultime, potrebbe interessare anche alla Juventus in caso di addio di Pogba. L’Inter, per il momento, fa muro: senza nessun innesto in quella zona del campo, il numero 77 è incedibile, eccezion fatta per la più classica delle proposte indecenti, non ancora pervenute in Corso Vittorio Emanuele.
Nessuna novità particolare nella zona arretrata del campo: l’addio di Juan Jesus apre le porte al possibile arrivo di un ulteriore centrale di difesa ma, per il momento, tutto sembra tacere, complice anche l’exploit di Danilo D’Ambrosio da difensore centrale in queste primissime uscite. Tornerà invece alla base Davide Santon, pronto a ricominciare in nerazzurro dopo lo stop sulla sirena della trattativa tra Napoli ed Inter.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. digiac200_481 - 6 mesi fa

    SE I DIRIGENTI DELL’INTER CEDONO ALLE PROPOSTE SONO DEGLI INCOMPETENTI, LO SCORSO ANNO PER GABBIADINI CON SUPPONENZA HANNO CHIESTO 25 MILIONI, PER ESSERE DIRIGENTI IN GAMBA LA RICHIESTA DEVE ESSERE 25 X 3 PARI A 75 MILIONI PERCHE ICARDI VALE 3 VOLTE GABBIADINI.
    ANTONIO

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy