ESCLUSIVA – Marco Gentile, esperto di mercato: “Cassano è un’incognita, il vero colpo è…”

ESCLUSIVA – Marco Gentile, esperto di mercato: “Cassano è un’incognita, il vero colpo è…”

Commenta per primo!

Il mercato è entrato nel vivo con le trattative, annunciate o a sorpresa, che si stanno concretizzando. Per questo motivo abbiamo contattato Marco Gentile, esperto di mercato di “calciomercato.com”, per sapere quali sono le sue valutazioni su questo mercato volto al risparmio che non ha però eliminato i colpi improvvisi e da prima pagina. Una campagna acquisti che ha visto arrivare in maglia nerazzurra ” Handanovic, Silvestre, Mudingayi, Gargano, Palacio, Cassano più il riscatto di Guarin e il ritorno di Coutinho”, innesti che permettono di dare all’Inter un “un bel 7,5 che potrebbe tramutarsi in un 8 se arrivassero altri 2 giocatori”. Ma entriamo ora nel dettaglio dell’intervista per conoscere i risvolti di un’estate di alti e bassi per i colori nerazzurri. Un mercato all’insegna della crisi, con il PSG a farla da padrone: ma ha davvero fatto un bel mercato? “Sulla carta il Psg ha fatto un ottimo mercato, non sono di certo io a scoprirlo: Ibrahimovic, Thiago Silva, Verratti, Lavezzi e Lucas. In più a gennaio era arrivato un certo Thiago Motta accompagnato da un tecnico di grande valore come Carlo Ancelotti. Ormai bisognerà abituarsi: gli sceicchi hanno una potenza economica enorme, basti pensare che Verratti, Lucas e Lavezzi sono stati soffiati proprio all’Inter. Nonostante i primi due passi falsi credo che il Psg vincera il campionato a mani basse.” L’Inter ha adottato la tattica del “prima si cede e poi si compra”, riusciranno i nuovi a non far rimpiangere gli eroi del triplete? Massimo Moratti ha dato carta bianca ad Andrea Stramaccioni, solo con José Mourinho e parzialmente con Roberto Mancini aveva adottato questa strategia. Il tecnico romano sta dimostrando di avere personalità e idee chiare. Basti pensare all’accantonamento di un giocatore importantissimo come Julio Cesar, anche se la questione legata al portiere brasiliano poteva essere gestita meglio. I nuovi giocatori saranno aiutati nel processo di inserimento e credo proprio che l’Inter possa fare un buon campionato anche senza i “senatori” ma bisogna avere pazienza.” L’Inter si era mossa su molti fronti, salvo poi veder svanire i proprio sogni di fronte ad offerte più concrete delle concorrenti: è davvero solo colpa del budget ridotto? “Contro dei titani come Psg e Manchester City è difficile competere, quindi non mi sento di dare molte colpe a Marco Branca e Piero Ausilio. Il fair play finanziario è una cosa seria e Massimo Moratti non ha più intenzione di ripianare come faceva nelle passate stagioni. L’errore a mio parere è avvenuto nel 2010: lì bisognava gestire meglio con un paio di cessioni l’Inter a quest’ora non si sarebbe trovata in questa condizione, ma è una considerazione personale.” Doveva esserci uno scambio alla pari tra Pazzini e Quagliarella e invece l’Inter è riuscita a ottenere un giocatore come Cassano e 7.5 milioni: c’è davvero questa differenza tra i due o l’Inter ha fatto un vero affare? “Premesso che lo scambio con Fabio Quagliarella non mi convinceva, sono ancora più scettico su questo scambio: diciamo che Inter e Milan si sono venute incontro levandosi un problema. L’affare dal punto di vista economico l’hanno fatto entrambe. Il punto è: ai rossoneri mancava un giocatore come Pazzini e secondo me farà bene, all’Inter mi chiedo se un giocatore come Cassano possa essere così utile anche perchè ci sono già Wesley Sneijder e Philippe Coutinho. Io mi sarei aspettato una prima punta, ma aspettiamo prima di giudicare, che sia la volta buona che Cassano metta la testa a posto visto che a suo dire tifa Inter fin da bambino?” Gargano chiude le porte ad altri centrocampisti come Fernando? Pensi che ci siano altri colpi in canna prima della fine del mercato? “Per quanto riguarda Walter Gargano posso dire che è un bel colpo! Un motorino instancabile dotato anche di una discreta tecnica individuale, gioca da anni in serie A ed è stato pagato anche il giusto. Fernando era l’obiettivo numero uno ma la sua valutazione è troppo alta. Io credo che non si ancora finita: l’inserimento di Ricky Alvarez più qualche milione e l’affare potrebbe andare in “Porto”. Occhio ancora alla pista che porta a Paulinho il centrocampista del Corinthians e a De Jong che sarà chiuso dall’arrivo di Jack Rodwell al City. Per la difesa Alvaro Pereira sembra in dirittura d’arrivo ma se Maicon dovesse rimanere l’affare potrebbe anche saltare. Il mercato in attacco con l’arrivo di Cassano sembra chiuso ma occhio ai colpi last minute nelle ultime ore di mercato: Gilardino nel caso in cui Borriello tornasse a Genova.” Stiamo per entrare nell’ultima settimana di mercato e solo il tempo dirà se quanto previsto da Marco Gentile potrà realizzarsi. Nel frattempo noi di Passioneinter lo ringraziamo per la disponibilità nella speranza che il primo di settembre si possa dare quell’8 promesso alla campagna acquisti nerazzurra.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy