FOCUS – Un weekend per il terzo posto

FOCUS – Un weekend per il terzo posto

La lotta per il terzo posto entra nel vivo.

E’ stato un weekend intenso, in chiave terzo posto. Le tre candidate, Inter, Roma e Fiorentina, chiudono i battenti della giornata rimandandoci al post-Nazionali, quando avrà luogo la volata per partecipare alla coppa dalle grandi orecchie. Questa giornata ci ha dato grandi spunti, a partire dallo scontro diretto dell’Olimpico tra Roma e Inter che, a prescindere dal risultato non esaltante per i nerazzurri, è il segnale definitivo che il periodo di crisi della squadra di Mancini è terminato. O almeno, il black-out psicologico si è esaurito e l’Inter, seppure con tutti i difetti che non possono essere corretti a marzo-aprile, è tornata ad essere una squadra in grado di fare punti. La Roma, dal canto proprio,è riuscita a mantenere le distanze invariate, seppure al termine di una prova sottotono rispetto a quanto mostrato finora: cinque punti sono un bottino importante in vista del finale di stagione, visto che l‘Inter è tutt’altro che una corazzata macina-punti. Anche la Roma ha i propri difetti, ma l’impressione modesta di chi scrive è che possa riuscire a contenere le distanze grazie alla grande qualità presente in campo. Un tema da considerarsi a parte sarebbe quello psicologico, che la Roma potrebbe patire a causa del contraccolpo della pressione, ma sono fattori molto più complicati da prevedere rispetto a quelli già complessi del rettangolo verde. Le insidie manifeste del calendario giallorosso sono la Lazio, che ha nel derby e nella possibilità di mettere i bastoni tra le ruote agli storici nemici, l’unica motivazione di questo finale di stagione e, nonostante i limiti avvertiti finora, giocherà alla morte; il Napoli, seconda forza del campionato impegnata all’inseguimento del sogno Scudetto, nel quale non sono ammessi errori, e il Milan, incognita di questo finale di stagione, che però potrebbe già avere la testa alla finale di Coppa Italia conto la Juventus. Occhio a Chievo, Bologna e Atalanta, squadre sempre ostiche. Per i nerazzurri, l’insidia maggiore è senza dubbio il Napoli, per i motivi già elencati, ma occhio a ogni angolo: alla Lazio, ad esempio, che nel girone d’andata è stata il crocevia in negativo della stagione dell’Inter. E la Fiorentina? I viola hanno pareggiato contro il Frosinone e il vigore fisico della prima parte di stagione sembra ormai svanito, per questo la squadra di Paulo Sousa sta riscontrando difficoltà e rischia di riscontrarne lungo il cammino che porta al finale di stagione: le insidie sono molte (Sassuolo, Empoli, Lazio) senza contare il match principe di ogni stagione gigliata, quello contro la Juventus. Per il terzo posto la corsa è ancora lunga e sicuramente saprà riservare grandi emozioni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy