Punto Primavera – INTERminabili: scudetto nuovamente di nerazzurro. Colidio e Rover stendono la Fiorentina

Punto Primavera – INTERminabili: scudetto nuovamente di nerazzurro. Colidio e Rover stendono la Fiorentina

L’ultimo appuntamento stagionale con la rubrica dedicata ad i giovani nerazzurri

di Marco Accarino, @AccarinoMarco

Dopo una stagione vissuta ad altissimi ritmi e ad altissimo livello la primavera nerazzurra si congeda regalando un enorme gioia ai propri tifosi ed alla società. Nella finalissima delle final-four dello scudetto di categoria infatti l’Inter è riuscita a battere meritatamente una Fiorentina che, in questa stagione, ha dimostrato di avere grandissime qualità, come testimonia questa finale ed il percorso tenuto nel Torneo di Viareggio.

LA PARTITA – Già dai primissimi minuti l’Inter alza il ritmo del gioco, risultando la dominatrice del campo: la prima occasione degna di nota arriva però al minuto 18, quando Bettella su calcio d’angolo colpisce con la testa, mandando però alto. La risposta dei toscani è affidata a Sottil che dopo essersi liberato bene dagli avversari calcia a lato con un bel mancino. Poi doppia occasione per i nerazzurri: prima Emmers cerca Adorante senza esito, poi Valietti serve bene Zaniolo che va ad un passo dall’1-0. La prima frazione si conclude con un gol giustamente annullato a Colidio per un tocco di mano. Il secondo tempo segue lo stesso copione del primo: sono i ragazzi di Vecchi a dare ritmo alla partita. Sala e Colidio insidiano Cerofolini, tuttavia si rimane sullo 0-0. A nulla serve anche il bellissimo tiro di Valencic diretto sotto al sette, sul quale però Pissardo si fa trovare pronto e mette in angolo. Si va ai supplementari con il risultato di pareggio che sembra inciso nel tabellino. Nel primo tempo supplementare però l’Inter trova la via del gol: Zaniolo impegna Cerofolini che respinge bene, la difesa viola però spazza sui piedi di Colidio che dopo uno stop perfetto calcia di destro battendo l’estremo difensore. E’ un gol tanto atteso quanto meritato. Il raddoppio arriva nel secondo extra-time con Rover che ribadisce in porta in maniera fortunata la risposta di Cerofolini sul tiro di Gavioli, autore di una gara da subentrato davvero degna di nota. La partita finisce sul risultato di 2-0 per l’Inter, che si conferma campione d’Italia per la seconda volta consecutiva e portando i tricolori primavera a quota 9, risultando così il club italiano più titolato in questa ottica assieme al Torino.

IL MIGLIORE IN CAMPO – Federico Valietti sale per la prima volta in stagione sul primo gradino del podio. Il laterale destro della formazione interista ha giocato una gara di grandissimo spessore: il suo fisico e la sua potenza atletica gli hanno permesso di dominare sulla propria fascia senza troppi problemi sia in fase difensiva che in fase offensiva. Corsa, qualità e grinta: tutto questo racchiuso in un unico giocatore. Probabilmente ora verrà sacrificato sull’altare del Fair Play Finanziario (il Sassuolo è molto interessato a lui), ma continuando così indubbiamente ben presto potrebbe poi tornare a vestirsi di nerazzurro.

LA REDAZIONE DI PASSIONEINTER.COM TIENE A COMPLIMENTARSI IN PRIMIS CON LA SQUADRA NERAZZURRA, MA NON SOLO: L’APPLAUSO E’ RIVOLTO ANCHE A TUTTE LE FORMAZIONI CHE HANNO PARTECIPATO A QUESTO TORNEO.

SEGUI IN DIRETTA CON NOI TUTTE LE ULTIME SUL MERCATO NERAZZURRO

CHE PARATE BATMAN HANDANOVIC: HA SALVATO COSI’ LA PORTA NERAZZURRA!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy