PUNTO PRIMAVERA – L’inferiorità numerica non ferma l’Inter: Zaniolo-Emmers per il 2-1 al Bologna

PUNTO PRIMAVERA – L’inferiorità numerica non ferma l’Inter: Zaniolo-Emmers per il 2-1 al Bologna

Nonostante l’espulsione del portiere Pissardo i nerazzurri trovano i tre punti, in casa, contro il Bologna

di Simone Frizza, @simon29_

L’Inter di Stefano Vecchi non manca l’appuntamento con il primo incontro del 2018 nel campionato Primavera 1 TIM e, nell’ultima giornata del girone d’andata, supera per 2-1 il Bologna nonostante l’inferiorità numerica subita per oltre 40 minuti a causa dell’espulsione di Pissardo. La squadra nerazzurra raggiunge quindi l’Atalanta in testa la classifica a 33 punti, staccando la Roma, attualmente terza a 25, di 8 lunghezze.

LA PARTITA – Primo tempo nel quale l’Inter parte subito forte, sbloccando il match al minuto numero 6: cross dalla destra di Emmers, deviazione di Belkheir e tocco vincente di Zaniolo, che beffa Ravaglia e firma l’1-0. Diverse azioni capitate sui piedi dei nerazzurri nei minuti successivi per chiudere la partita, tutte però gettate al vento. Le conseguenze di questa imprecisione sotto porta, per i ragazzi di Vecchi, potevano essere letali: dopo soli 3 minuti dall’inizio della ripresa, infatti, un’uscita avventata dell’estremo difensore nerazzurro Pissardo gli è costata l’espulsione che lo ha costretto a lasciare il campo. Fuori Schirò e dentro il secondo portiere Dekic per l’Inter, ed inizio della sofferenza. Il Bologna di mister Troise, da quel momento, ha iniziato un forcing continuo culminato dal gol, siglato dal fuori quota Avenatti, che ha portato la sfida sull’1-1. I ragazzi di Vecchi, però, non hanno mollato e, pur soffrendo, hanno resistito agli attacchi degli emiliani, arrivando a giocarsi la partita fino agli ultimi minuti.
Gli sforzi di Colidio e compagni sono stati premiati, in quanto una grande giocata di Rover ha permesso al belga Emmers di entrare in area e battere Ravaglia con un diagonale potente e preciso, che ha portato alla definitiva vittoria nerazzurra.

MIGLIORE IN CAMPO – Viste le grandi difficoltà create dall’espulsione di Pissardo e la grande forza e mentalità della squadra nel non crollare, identificare un migliore in campo per questa partita è sia difficile che riduttivo. Da evidenziare è invece lo spirito dei ragazzi di Vecchi, che per gran parte della ripresa hanno sofferto ma resistito alla pressione offensiva del Bologna, resa più efficace dalla superiorità numerica, per poi riuscire comunque a vincere ad una manciata di minuti dal fischio finale.

PROSSIMO TURNO – L’Inter di Vecchi andrà in Friuli per affrontare l’Udinese. I bianconeri attualmente occupano l’11esima posizione in classifica con 18 punti, ed arrivano dalla sconfitta interna contro il Chievo Verona che, a seguito di quest’ultima, si è portato a +3 in classifica proprio sui friulani.

LEGGI ANCHE: SUMMIT MAZINHO-BARCELLONA PER RAFINHA, CAMBIANO LE CIFRE?

TUTTE LE INFO SULL’INTER: ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM DI PASSIONEINTER.COM

DA CONTE A SPALLETTI, DA RANIERI A WENGER: CON MOURINHO LA BATTAGLIA SI FA… SPECIAL

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy