Youth League, pari all’esordio per l’Inter. Madonna: “Passo avanti rispetto al Cagliari, continuiamo a lavorare per migliorare”

Youth League, pari all’esordio per l’Inter. Madonna: “Passo avanti rispetto al Cagliari, continuiamo a lavorare per migliorare”

Tempo di sfide europee anche per la primavera nerazzurra, alla seconda partecipazione in Youth League

di Rinaldo Chiappini

Il ritorno in Champions League dell’Inter è ormai cosa fatta, con la sfida imminente al Tottenham di Pochettino. Gli inglesi, già protagonisti di un ottavo di finale con la Juventus nella scorsa edizione, sono sicuramente un grande ostacolo per i nerazzurri, specie in ottica qualificazione. Sarà fondamentale esordire bene a San Siro, cercando di fare punti sin da subito per dare morale a tutto l’ambiente e accrescere l’autostima di Icardi e compagni.
La sfida tra i due club è stata precedente dal confronto di Youth League, terminato con il risultato di 1-1: per i giovani nerazzurri è stato Colidio a segnare la rete del momentaneo 1-0, poi pareggiato dal rigore di Roles. Al termine della partita è toccato ad Armando Madonna, neo tecnico della Primavera nerazzurra, analizzare il pareggio, come riportato dal sito ufficiale del club: “Sapevamo che ci sarebbe stata differenza di condizione, dato che il Tottenham ha già disputato cinque gare di campionato, mentre noi siamo inevitabilmente calati.
Dobbiamo migliorare nella consapevolezza di essere una squadra forte, capire meglio i movimenti dei compagni e avere maggiore altruismo. E’ comunque un passo avanti rispetto alla partita con il Cagliari: il maggior coraggio e la personalità nel possesso palla saranno i nostri obiettivi da raggiungere”.
Chiosa finale sugli obiettivi della Primavera nerazzurra: “Dovremmo fare del nostro meglio, sapendo che questo gruppo viene rinnovato ogni anno. Abbiamo tempo e qualità a disposizione per migliorare, soprattutto a questi livelli: siamo ancora un po’ indietro per affrontare Tottenham e Barcellona, che riescono a sostenere ritmi molto elevati.
Noi siamo più attenti all’aspetto tattico. Credo che sul rigore l’arbitro possa aver sbagliato, così come sbagliamo noi e i ragazzi. Loro non devono farsi influenzare da certe cose, che possono succedere, e sono certo che non l’abbiano fatto”.

 

Le ultime sull’11 anti-Tottenham: D’Ambrosio è l’ago della bilancia per Spalletti 

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – Nainggolan show in allenamento: tre assist perfetti durante la partitella

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy