PUNTO PRIMAVERA – All’Inter piace anche l’1-0, basta che sia sempre vittoria!

PUNTO PRIMAVERA – All’Inter piace anche l’1-0, basta che sia sempre vittoria!

Commenta per primo!

Come raccontano gli esperti di discorsi calcistici da bar, una vittoria vale sempre tre punti e ogni tanto un po’ di fortuna può sempre servire, senza dimenticare che chi vince di misura è perchè gioca con esperienza e in una stagione non si può sempre ottenere il risultato con il bel gioco. Insomma esistono decine e decine di frase fatte che ben racconterebbero quella che è stata la settimana della Primavera nerazzurra. Due partite difficili: la prima in casa contro il Borussia Dortmund, in cui bisognava confermare il buon risultato all’esordio col Liverpool; la seconda a Varese, in un campo ostico da espugnare. Entrambi i match si concludono con lo stesso risultato: 1 a 0 per i nerazzurri. Due incontri ovviamente equilibrati, in cui le squadre hanno espresso sempre buon calcio e creato tante occasioni, ma alla fine i ragazzi di Bernazzani l’hanno spuntata due volte su due. Un caso? Un assiduo frequentatore di un bar Sport direbbe di no, e intanto è già successo altre 2 volte in campionato…

ANCHE IN EUROPA SOLO VITTORIE – La partita di NextGenSeries, trasmessa tra l’altro in diretta su Eurosport, è stata forse quella, tra le due, dove comunque l’Inter ha più meritato la vittoria. Le condizioni atmosferiche proibitive, si giocava sotto un inteso acquazzone, non hanno comunque ostacolato le trame nerazzurre e i ragazzi hanno saputo controllare il match imponendo il loro gioco. Ma, come ogni tanto capita, il gol stentava ad arrivare, a fronte di una traversa e qualche occasione sprecata. Per fortuna ci pensa Belloni, che al 68′ va a togliere la ragnatela dall’incrocio dei pali con un perfetto tiro a giro dal limite. Poi la partita scivola via liscia, salvo un brivido su punizione nei minuti di recupero. Anche in Europa dunque l’Inter sembra conoscere solo la vittoria: ora conduce già il girone 5 con 6 punti, mentre le altre squadre sono ancora ferme alla casella 0. I danesi del Rosenborg però devono ancora scendere in campo. Da programma i baby nerazzurri disputeranno la prossima gara il 31 ottobre proprio contro il Rosenborg.

TABELLINO: INTER-BORUSSIA DORTMUND 1-O Marcatori: 68′ Benassi Inter (4-2-3-1): Dalle Vedove; Donkor, Bianchetti, Pasa, Bandini; Benassi, Duncan; Belloni, Terrani, Garritano; Forte. A disposizione: Cincilla, Zaro, Guglielmotti, Olsen, Gabbianelli, Acampora, Colombi. Allenatore: Daniele Bernazzani Borussia Dortmud (4-3-2-1): Wilmes; Bandowski, Zeugner, Aydincan, Deelen; Nothnagel, Deichmann, Kubel; Dudziak, Weber; Benkarit . A disposizione: Knystock, Dirks, Greshake, Stienemann, Dytko, Beutler, Ruwe. Allenatore: Eickel Classifica del girone 5: 1) Inter 6 2) Borussia Dortmund 0 3) Rosenborg 0 4) Liverpool 0

CAMBIA IL MODULO MA NON IL RISULTATO – Domenica a Varese invece si ha assistito ad una partita molto equilibrata e coinvolgente, con continui capovolgimenti di fronte ed occasioni da una parte e dall’altra. Il pareggio forse sarebbe stato il risultato più giusto ma grazie alla zampata di Garritano ad inizio ripresa, che sfrutta una bellissima palla in verticale di Olsen per segnare tutto da solo davanti a Di Graci, Bernazzani porta a casa la quinta vittoria in 5 partite. La citazione del mister non è casuale. Ad egli va infatti buona parte del merito, come dimostra il non banale cambio di modulo in questo match, che gli ha consentito di schierare insieme dall’inizio Del Piero e Olsen, due dei migliori in questo inizio di stagione. Insomma tra lui e i ragazzi c’è buona alchimia, la squadra gira al massimo e i risultati arrivano uno dopo l’altro.

TABELLINO: VARESE-INTER 0-1 Marcatori: 46? Garritano Varese (4-4-2): Di Graci; Parini, Struna, Dondoni, Azzolin; Romano (63′ Scapinello), Bassi Borzani, Truzzi, Piccinotti; Zamparo, Forte. A disposizione: La Gorga, Bruzzone, Acquaviva, Villa, Legnani, Lorenzi, Nucera, Leonardo, Molino, El Wardi. Allenatore: Stefano Bettinelli. Inter (4-3-3): Cincilla; Donkor, Zaro, Pasa, Bandini; Olsen; Belloni, Del Piero (66′ BenassI); Forte, Acampora (87′ Tassi), Garritano (80′ Bangoura). A disposizione: Dalle Vedove, Guglielmotti, Ferrara, Terrani, Gabbianelli, Bocar, Smug. Allenatore: Daniele Bernazzani. La classifica: 1) INTER 15 2) ATALANTA 12 3) CHIEVO 9 4) SASSUOLO 9 5) MILAN 9 6) CITTADELLA 9 7) BOLOGNA 7 8) VARESE 6 9) MODENA 6 10) PADOVA 5 11) CESENA 4 12) BRESCIA 4 13) VERONA 4 14) UDINESE 2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy