Ag. Touré: “Non giocherà in uno altro club inglese! Accordo con il City o addio Inghilterra”

Ag. Touré: “Non giocherà in uno altro club inglese! Accordo con il City o addio Inghilterra”

Touré non giocherà in uno altro club inglese, o il City o addio Inghilterra. Le parole dell’agente confermano tutto…

Da quando Roberto Mancini è tornato all’Inter, il nome di Yaya Tourè risuona più che mai nelle orecchie della dirigenza nerazzurra; è un concreto obiettivo che farebbe contenti tutti, tecnico e tifosi.

In una lunghissima intervista rilasciata al Sun, in Inghilterra l’agente del giocatore, Dimitri Seluk, ha chiarito perfettamente la situazione del suo assistito, o City o addio Gran Bretagna: Dobbiamo trovare un accordo entro la prossima settimana, altrimenti Yaya lascerà il club. Se così dovesse accadere, comunque, non andrà a giocare in un altro club inglese”.

Tourè guadagna 220.000£ a settimana (circa 300.000 €), ma se il club di Manchester dovesse rinnovargli il contratto, donerebbe 1 milione all’ospedale della città che ha assistito il fratello Ibrahim prima della sua morte, questo quanto promesso e dichiarato dallo stesso giocatore. Un cuore troppo celeste quello del giocatore: “Non andrebbe mai in un altro club inglese. Per il suo compleanno i tifosi del City hanno affittato un aereo e l’hanno fatto volare nel cielo di Manchester con la scritta “Buon compleanno Yaya”. Non giocherebbe mai contro il City e contro loro. Tourè non gioca per soldi e non andrà mai in Cina, l’ingaggio era più del doppio di quanto prende ora, se pensasse al denaro più che al calcio avrebbe accettato subito ma Yaya pensa al calcio, vuole finire la carriera ad alto livello e se ha chiesto un ultimatum al City è per orgoglio e rispetto, perchè ha dato tanto al club e non è giusto che conosca il suo futuro solo in estate. Yaya guadagna molto, ma una parte del suo stipendio lo devolve sempre in beneficenza. Ha aiutato il Nepal dopo il terremoto attraverso il suo sponsor, Puma. E in più, in proporzione all’apporto e a quanto gioca, Yaya è più “economico” di compagni che guadagnano anch’essi molto ma sono sempre infortunati, o in panchina” ha detto l’agente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy