Barak: “Il futuro? Resterò in Italia, devo crescere ancora”

Barak: “Il futuro? Resterò in Italia, devo crescere ancora”

Il calciatore ceco a La Gazzetta dello Sport ha parlato del suo rendimento e delle chiacchiere di mercato che lo riguardano

di Donato Cerullo, @donatocerullo

A La Gazzetta dello Sport il centrocampista dell’Udinese Antonin Barak, che sta impressionando tutti per le sue prestazioni, ha parlato del momento della squadra bianconera: “Sono contento, ma devo e posso fare di più. E poi al primo posto c’è la squadra, le ultime tre partite con Torino, Roma e Samp non sono andate bene. Mezzala offensiva, preferisco giocare sulla destra. In Nazionale ho giocato anche nel centrocampo a due”.
Sei reti in 23 partite per Barak che, insieme a Jankto, compagno di squadra del nazionale ceco, è seguito da tanti club, tra cui l’Inter: “Ora stiamo diventando amici. È importante per me, e sono contento di giocare con lui. Ci conosciamo da tre anni, Kuba è stato allo Slavia Praga come me. È un gran calciatore, veloce, di resistenza, ha corsa e tecnica, ora fa pure la punta” e sul futuro di entrambi, il classe ’94 chiarisce: “Resteremo in Italia. Io devo crescere, sono più forte fisicamente di lui. E sto bene a Udine, l’Italia mi piace”.

 

LEGGI ANCHE –> Matthaus: “Ben vengano i cinesi, ma dovrebbero affidarsi agli ex giocatori”

Tutte le info sull’Inter: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

LA CONFERENZA STAMPA DI SPALLETTI, ZANETTI, ICARDI E TOLDO CON DEI REPORTER SPECIALI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy