Inter, la difesa un cantiere aperto: le ultime

Inter, la difesa un cantiere aperto: le ultime

Ecco cos’ha in mente Frank de Boer per il mercato di gennaio. Grandi novità in difesa per l’Inter: minimo due rinforzi per il club nerazzurro

Di voci di mercato in queste settimane sulla difesa dell’Inter se ne stanno sentendo tante. Troppe. Tant’è che si crea molta confusione tra una notizia e l’altra. Facciamo un po’ il punto generale della situazione della retroguardia nerazzurra, prendendo in forte considerazione il mercato di gennaio. Chi è sul punto di partire, chi può arrivare e chi ha bisogno di dare delle conferme. Una vera e propria analisi a 360 gradi sulla difesa nerazzurra…

Il reparto difensivo è attualmente il più in difficoltà tra quelli dell’Inter ed ha bisogno di dare delle risposte. La coppia difensiva Miranda-Murillo, che l’anno scorso era stata tra le migliori del campionato, in questo avvio di stagione non sta ritrovando più quella costanza di rendimento. Ma i due restano lo stesso intoccabili, in quanto pilastri della retroguardia della Beneamata. Discorso diverso, invece, per Andrea Ranocchia, che, nel caso in cui arrivasse un’offerta appetibile, potrebbe fare le valigie.

L’organico, inoltre, necessita di minimo un taglio per quanto riguarda le fasce, reparto in cui Frank de Boer ha molti uomini e poche certezze. L’unico incedibile attualmente è Ansaldi. Per gli altri, Nagatomo in primis, qualunque offerta potrebbe essere presa in considerazione. Discorso diverso, invece, per quanto riguarda Miangue. Il giovane difensore nerazzurro ha bisogno di crescere e l’Inter sembra intenzionata a tenerlo in prima squadra invece che darlo in prestito. Così facendo, infatti, correrebbe il rischio di ripetere un’operazione come quella di Dimarco, terzino dato in prestito all’Empoli per farsi le ossa, e che, invece, è finito in panchina.

Ovviamente il club di Corso Vittorio Emanuele è costretta a correre ai ripari. A gennaio, infatti, arriveranno molto probabilmente almeno due rinforzi in difesa. La rosa nerazzurra necessita di almeno un difensore centrale ed un terzino. Per il primo ruolo, circolano i soliti nomi di Acerbi e Linedolf (per cui, però, ci sono richieste troppo alte a livello economico). È tornato di moda negli scorsi giorni Fabian Schar, che ha sempre espresso il desiderio di giocare nell’Inter. Per quanto riguarda gli esterni, invece, sotto gli occhi di Ausilio sono finiti da tempo Matteo Darmian ed Aleix Vidal. Per il primo, lo stesso agente ha aperto ad una cessione. Per il secondo, invece, secondo quanto riporta il Chronicle, ci sarebbe un inserimento anche del Sunderland. Abbandonata quasi definitivamente la pista che porta a Domenico Criscito, così come è quasi del tutto vanificata la trattativa per Hector, molto vicino al trasferimento al Liverpool. Discorso diverso, invece, per Martìn Caceres. L’uruguayano, attualmente svincolato, potrebbe effettuare un periodo di prova ad Appiano, che verrebbe giudicato direttamente da de Boer. Ma occhio alle sirene turche su di lui. Come scrive il portale Yenasir.com, anche il Besiktas sarebbe sulle tracce dell’ex juventino.

Abbastanza intrecciate, dunque, le strategie di mercato dell’Inter. Ausilio e i suoi uomini si stanno dando notevolmente da fare in queste settimane, per regalare a de Boer i rinforzi di cui la sua squadra ha bisogno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy