I sogni di Suning e le esigenze di de Boer: ecco il top player che serve davvero all’Inter

I sogni di Suning e le esigenze di de Boer: ecco il top player che serve davvero all’Inter

La nuova dirigenza cinese promette grandi acquisti, ma deve confrontarsi anche con le richieste del tecnico olandese. Ecco il rinforzo ideale per i nerazzurri in vista della prossima sessione di calciomercato…

de boer twitter

In questi giorni – particolarmente in queste ore – sta tuonando con una certa insistenza la voce che ritrae il gruppo Suning disposto a stanziare grandi cifre per l’acquisto di un top player. Ciò, ovviamente, è ben gradito dai tifosi nerazzurri, ma c’è da considerare anche un altro fattore. Questi grandi proclami hanno due facce, e a ciascuna va data la stessa importanza dell’altra.

Da una parte c’è una società seria, professionale e volenterosa, che ha il desiderio di far tornare grande l’Inter e che, almeno secondo quanto appreso in questi primi mesi di operato, vuole farlo molto in fretta. Dall’altra, però, Suning è costretto a mettersi a confronto con una squadra che ancora non ha del tutto ingranato la marcia, e che, per farlo, ha bisogno di rinforzi. I grandi investimenti promessi dalla dirigenza cinese possono far comodo e non poco alla squadra di de Boer, a patto, però, che non siano spesi a vanvera. A questa Inter, infatti, non servono uomini che prendano il posto degli attuali imprescindibili, ma che vadano a rimpiazzare i reparti in emergenza.

Circolano in queste ore i nomi di Luis Suarez e Sergio Aguero, due prime punte a tutti gli effetti, che ciascuna squadra desidera. Peccato, però, che nello stesso ruolo ci sia già un certo Mauro Icardi, il vero inamovibile di questa squadra, leader in campo e nello spogliatoio, che non ha affatto voglia di essere rimpiazzato. Se venisse comprato uno tra i due, l’unica soluzione sarebbe virare sul 4-3-1-2, ma ciò penalizzerebbe completamente giocatori come Perisic, Candreva e Gabigol.

La vera necessità di questa squadra è un uomo che sappia garantire la superiorità numerica in zona offensiva, facendo del dribbling, della tecnica e dell’imprevedibilità la propria forza. Ecco perché torna in auge il nome di James Rodriguez, corteggiato a lungo dai nerazzurri già nella scorsa estate. Sarebbe lui il vero fiore all’occhiello del reparto offensivo. Arriverebbe al posto giusto nel momento giusto. Se il colombiano dovesse approdare a Milano, sarebbero dei soldi assolutamente ben spesi.

Suning ha fretta, ma l’Inter ha bisogno di tempo. È sul campo che la squadra di de Boer deve dare delle risposte. Per tornare a sognare in grande, come una volta…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy