Inter, il punto sulla difesa: improbabile l’arrivo di uno svincolato, a gennaio caccia a Criscito e Lindelof

Inter, il punto sulla difesa: improbabile l’arrivo di uno svincolato, a gennaio caccia a Criscito e Lindelof

Gli svincolati Caceres e Maicon non convincono, ecco perché la dirigenza nerazzurra vorrebbe aspettare gennaio per rinforzare il reparto arretrato

Negli ultimi giorni di mercato Frank de Boer aveva chiesto un ultimo sforzo alla dirigenza dell’Inter: l’acquisto di un terzino che andasse a completare la rosa a sua disposizione. Ora che la sessione estiva è ufficialmente chiusa rimane aperto solo il mercato degli svincolati: ai nerazzurri sono stati accostati i nomi di Caceres (che all’occorrenza si destreggia bene anche da centrale) e Maicon (sarebbe un clamoroso ritorno per uno degli eroi del Triplete), ma entrambi i nomi non convincono del tutto (soprattutto dal punto di vista fisico).

Ecco perché, secondo il Corriere dello Sport, il Suning ha deciso di rinviare tutto a gennaio: l’obbiettivo principale della sessione invernale di mercato sarà quello di rinforzare il reparto arretrato della Beneamata. I nomi sul taccuino del Ds Ausilio sono due: Domenico Criscito e Victor Lindelof. L’italiano ha espresso chiaramente la sua voglia di tornare in Serie A e lo Zenit San Pietroburgo lo valuta 12 milioni di euro. Il giovane svedese piace ed è considerato un profilo adatto dalla nuova proprietà: in questo caso gli ostacoli sono l’alta valutazione che ne fa il Benfica (30 milioni di euro) e la voglia del ragazzo di rimanere a Lisbona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy