Inter, il punto sulla difesa: improbabile l’arrivo di uno svincolato, a gennaio caccia a Criscito e Lindelof

Inter, il punto sulla difesa: improbabile l’arrivo di uno svincolato, a gennaio caccia a Criscito e Lindelof

Gli svincolati Caceres e Maicon non convincono, ecco perché la dirigenza nerazzurra vorrebbe aspettare gennaio per rinforzare il reparto arretrato

di Filippo Sartirana, @f_sartirana

Negli ultimi giorni di mercato Frank de Boer aveva chiesto un ultimo sforzo alla dirigenza dell’Inter: l’acquisto di un terzino che andasse a completare la rosa a sua disposizione. Ora che la sessione estiva è ufficialmente chiusa rimane aperto solo il mercato degli svincolati: ai nerazzurri sono stati accostati i nomi di Caceres (che all’occorrenza si destreggia bene anche da centrale) e Maicon (sarebbe un clamoroso ritorno per uno degli eroi del Triplete), ma entrambi i nomi non convincono del tutto (soprattutto dal punto di vista fisico).

Ecco perché, secondo il Corriere dello Sport, il Suning ha deciso di rinviare tutto a gennaio: l’obbiettivo principale della sessione invernale di mercato sarà quello di rinforzare il reparto arretrato della Beneamata. I nomi sul taccuino del Ds Ausilio sono due: Domenico Criscito e Victor Lindelof. L’italiano ha espresso chiaramente la sua voglia di tornare in Serie A e lo Zenit San Pietroburgo lo valuta 12 milioni di euro. Il giovane svedese piace ed è considerato un profilo adatto dalla nuova proprietà: in questo caso gli ostacoli sono l’alta valutazione che ne fa il Benfica (30 milioni di euro) e la voglia del ragazzo di rimanere a Lisbona.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy