PUNTO MERCATO – Toure-Milner-Pedro: tris di “No”. Benatia è una chimera, ma ecco il vice-Icardi

PUNTO MERCATO – Toure-Milner-Pedro: tris di “No”. Benatia è una chimera, ma ecco il vice-Icardi

Commenta per primo!

Come ormai ben sappiamo, il mercato non dorme mai. Neppure il tempo di iniziare che tra rinnovi, dichiarazioni strategiche e idee più o meno concrete, è già giunto il momento di ricapitolare quanto successo nell’ultima intensissima settimana. Ecco tutte le trattative legate ai colori nerazzurri, divise ed analizzate per ruolo:

PORTA – Pare ormai ad un passo il rinnovo di Samir Handanovic: nessuna offerta allettante nè per il giocatore nè per l’Inter, che ormai confida nell’accordo con il numero uno sloveno, pronto a prolungare il proprio contratto in scadenza nel 2016 estendendolo di ulteriori 3 anni. Rinnovo anche per Tommaso Berni, apprezzato dallo spogliatoio nerazzurro e pronto ad una nuova stagione da terzo portiere. Diversa la situazione legata all’attuale dodicesimo Juan Pablo Carrizo, tentato dalle sirene argentine nonostante l’offerta di rinnovo recentemente ricevuta da parte della società nerazzurra. In caso d’addio assalto al numero uno ducale Mirante, virtualmente bloccato da settimane.

DIFESA –  Dopo la deludente stagione appena archiviata, possiamo affermare con relativa certezza che il reparto arretrato sarà quello che  subirà più variazioni, su stessa ammissione di Piero Ausilio. Dato ormai per certo l’arrivo del colombiano Murillo, si sondano una serie di piste legate ad un altro centrale di difesa, tassello considerato fondamentale in vista del prossimo campionato. A riguardo i nomi più caldi sono quelli di Benatia ed Abdennour, con il marocchino che piace tanto in società ma che pare quasi irraggiungibile  a causa dell’eccessivo costo del cartellino, mentre il centrale tunisino del Monaco può essere un’idea più che valida ma è necessario giocare d’anticipo se si vuole sbaragliare la concorrenza. Sfuma definitivamente lo svizzero Schär, accasatosi nella giornata di ieri all’Hoffenheim che lo preleva dal Basilea anticipando le parecchie concorrenti. Dall’Inghilterra rimbalza invece l’idea Skrtl, recentemente protagonista di uscite abbastanza enigmatiche riguardo la possibile permanenza al Liverpool. Sugli esterni saluta definitivamente Jonathan e si punta un altro brasiliano, Mayke, brasiliano classe ’92 del Cruzeiro, mentre dovrebbe restare Danilo D’Ambrosio nonostante la corte serrata dello Schalke 04.

CENTROCAMPO – Dopo il niet del City per Toure è il turno di James Milner: niente da fare neppure per il centrocampista inglese, che sposa la causa Reds sulle basi di un onerosissimo contratto. Rimane viva invece la pista Kondogbia: nonostante gli occhi delle big d’Europa siano da tempo sul giocatore, i nerazzurri vorrebbero concretamente provarci ed avrebbero addirittura incontrato l’agente del giocatore in quel di Appiano Gentile. Caldo anche il nome di Felipe Melo, fedelissimo di Mancini e con il contratto in scadenza nel 2016. La pista pare concreta, la richiesta del Galatasaray per il cartellino del giocatore è di circa sei milioni di euro. Calma apparente sulla questione Thiago Motta: l’ex Genoa aspetta un segnale dai vertici del Psg riguardo un possibile rinnovo, in caso contrario l’Inter potrebbe tentare il concreto assalto già nelle prossime settimane. Sulla trequarti nome nuovo è quello di Saponara, ex fantasista del Milan e seguito in virtù dell’ottima seconda parte di stagione tra le fila dell’Empoli. Può essere un’idea, ma non pare esserci ancora una vera e propria trattativa. In uscita occhio al gioiello Kovacic, sempre nel mirino del Liverpool, comunque non ancora pronto all’offerta in grado di far vacillare i vertici nerazzurri, disponibili a cedere il giocatore per una cifra decisamente superiore a quella offerta dagli inglesi.

ATTACCO – Aubameyang piace e si sposa alla perfezione con le idee tattiche di Mancini, ma pare destinato a restare un sogno: il Borussia Dortmund non intende privarsene, se non a cifre esorbitanti  che l’Inter non può al momento offrire. Rinnovo di contratto anche per l’obiettivo Pedro, blindato dal Barça dalla solita clausola monstre da 150 milioni. Per il ruolo di vice Icardi, che intanto rinnova ufficialmente il proprio contratto, ecco l’ipotesi Carrillo, centravanti classe ’91 dell’Estudiantes di Veron. Biabiany torna alla base: arrivano gli ok di rito, il giocatore può tornare ad allenarsi ed è pronto a diventare per la seconda volta in carriera un giocatore dell’Inter.

di Giuseppe Chiaramonte

Follow @PeChiaramonte

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy