PUNTO MERCATO – Bivi offensivi per il Mancio: ne arrivano due e saluta Shaqiri?

PUNTO MERCATO – Bivi offensivi per il Mancio: ne arrivano due e saluta Shaqiri?

Commenta per primo!

Passioneinter.com ripropone il consueto punto mercato dedicato alle trattative più calde della settimana a tinte nerazzurre: tra entrate, uscite e gialli di mercato iniziamo il nostro solito tour partendo come sempre dalla porta fino a giungere al reparto offensivo, senza dubbio il più rovente della settimana.

PORTA – Primo ruolo da analizzare e primo giallo: il rinnovo di Samir Handanovic tarda ad arrivare e per stessa ammissione dell’agente del numero uno sloveno le trattative sono momentaneamente sospese fino all’inizio della prossima stagione. Non è escluso che durante il corso della stagione estiva il portiere ex Udinese si guardi intorno alla ricerca di nuove squadre al momento non ancora emerse.

DIFESA – Ufficializzati gli acquisti di Murillo, Miranda e Montoya, è giunto il momento di pensare alle uscite: con Davide Santon che ha ormai definitivamente rifiutato il Watford, il candidato numero uno all’addio sulle corsie esterne diventa il giapponese Yuto Nagatomo, apprezzato dalla Sampdoria e da alcune squadre estere. Il giocatore non pare però convintissimo della soluzione doriana e per questo motivo sembra più propenso ad aspettare una chiamata magari dalla Germania o dalla Spagna. A dire addio all’Inter è invece Jonathan, che saluta Appiano da svincolato e cercherà fortuna altrove. Affollamento anche in zona centrale, dove l’arrivo dei due sudamericani apre le porte ad almeno due addii: candidati principali Juan Jesus (per il quale non pare esser pervenuta alcuna offerta concreta) e Marco Andreolli, corteggiato dalla Sampdoria e da alcuni club di fascia medio-alta italiani come Lazio e Fiorentina.

CENTROCAMPO – Doppio addio in zona mediana nelle ultime 72 ore: a salutare sono Joel Obi, accasatosi al Torino e Zdravko Kuzmanovic, che torna al Basilea dopo le esperienze italiane con Fiorentina ed Inter e quella tedesca tra le fila dello Stoccarda. In entrata, tramontata ormai quasi del tutto l’ipotesi Thiago Motta, torna prepotentemente in auge il nome di Mario Suarez, centrocampista dell’Atletico Madrid sempre più ai margini del progetto Simeone. L’Inter potrebbe tentare l’affondo nei prossimi giorni, affiancando così a Kondogbia un altro gigante di quasi 190 cm. Rimane sempre vivo il nome di Felipe Melo, che a questo punto potrebbe rappresentare l’alternativa al centrocampista spagnolo in cado di esito negativo della trattativa. Guarin piace e non poco in Turchia, ma non è ancora corretto parlare di vere e proprie trattative.

ATTACCO – Ed eccoci al reparto più vivo della settimana, condito da ben due gialli di mercato, uno in entrata ed uno in uscita: il primo riguarda Mohamed Salah, esterno offensivo della Fiorentina in prestito dal Chelsea, assolutamente non convinto della permanenza in viola. C’è l’Inter dietro le incertezze dell’egiziano? Il giocatore piace parecchio a Mancini, che lo avrebbe indicato come uno degli interpreti perfetti per ruolo di esterno offensivo già ai tempi della sessione invernale. Il giallo in uscita riguarda invece Xherdan Shaqiri, con l’Inter che avrebbe accettato l’offerta dello Stoke City dopo soli sei mesi di permanenza. Il giocatore proverà a giocarsi le proprie le proprie carte o accetterà la corte serrata dei Potters? Sempre in entrata mirini puntati su Ivan Perisic, esterno sinistro del Wolfsburg e della nazionale tedesca: i due club sono costantemente in contatto e la trattativa potrebbe concretamente entrare nel vivo nei prossimi giorni. Situazione simile per l’ex viola Jovetic (da non escludere l’intervento di Thohir in prima persona,leggi QUI), accostato anche per questa sessione ai colori nerazzurri: il montenegrino, oltre a piacere per le grandi capacità tecniche, garantirebbe a Mancini la possibilità di alternare più moduli grazie alla grande duttilità. Sarà assalto o suggestione estiva?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy