Calcioscommesse, emerge un nome già sentito ai tempi di Calciopoli

Calcioscommesse, emerge un nome già sentito ai tempi di Calciopoli

Commenta per primo!

Al momento il nome di Massimo De Santis non è sulla lista degli indagati, ma è comunque emerso all’interno dei verbali che riguardano i recenti fatti di calcioscommesse.

A descrivere la situazione ci ha pensato Il Corriere della Sera che parla di “una «visita degli spogliatoi» dell’ex arbitro Massimo De Santis, già imputato nel processo su Calciopoli, condannato a dieci mesi di pena (sospesa) dopo la rinuncia alla prescrizione del reato. Il fatto lo racconta lui stesso, non indagato, al suo amico Ercole Di Nicola, il direttore sportivo de L’Aquila arrestato con l’accusa di essere uno dei registi dei risultati taroccati. De Santis, assunto un anno fa come consulente proprio da Di Nicola, «nel bel mezzo della partita entrava negli spogliatoti e salutava l’arbitro con il quale si tratteneva per quasi mezz’ora all’interno della stanza destinata all’ufficiale di gara». Ne scaturì una protesta per la quale l’indomani De Santis si meravigliò al telefono con Di Nicola: «Stamattina ho sentito Rosetti (altro ex arbitro di serie A, ora responsabile designatore nella Lega Pro, ndr), dice che il direttore sportivo della Santarcangiolese ha fatto ‘maretta’… Gli ho detto ?scusa Robè, ma ci sta una normativa che vieta a un tesserato di andare dentro lo spogliatoio per salutarlo??… Dice ?no, ci sta il regolamento che dice recinto di gioco?… allora mi ha detto senti fai una cosa, vai in panchina così almeno nessuno rompe il c…”. 

Leggi anche: ECCO LE NUOVE MAGLIE DELL’INTER PER LA STAGIONE 2015/2016

Leggi anche: MONTE INGAGGI: ECCO DI QUANTO E? CROLLATO QUELLO DELL’INTER

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy