Veron: “Giocare all’Inter è un sogno. La sfida con l’Estudiantes è speciale per me”

Veron: “Giocare all’Inter è un sogno. La sfida con l’Estudiantes è speciale per me”

Le parole di Veron sulla sfida che l’Inter affronterà contro la squadra di cui è presidente.

intervista veron

Juan Sebastian Veron, ex calciatore dell’Inter e adesso presidente dell’Estudiantes de La Plata, ha parlato a inter.it della sfida che la sua squadra avrà contro i nerazzurri nel Tour estivo della squadra di Mancini, dopo essere stato in Italia per l’inaugurazione dell’Inter Store a Milano: “E’ stato un piacere ritrovare i tifosi nerazzurri, gli ex compagni e chi lavora nel club. E’ bello sentire che c’è ancora affetto nei miei confronti, è motivo di orgoglio per me. Sono stato accolto nel migliore dei modi dall’Inter, insieme alla mia famiglia. A Milano ho vissuto due stagioni bellissime, ricordo ogni momento. Abbiamo gettato le basi per un ciclo di vittorie storico. Con Mancini e Mourinho sono stati tagliati grandi traguardi e sento di aver contribuito a quei successi. Ho seguito con il cuore i trionfi ottenuti“.

Sarà bello incontrare Zanetti, con il quale sto condividendo un’esperienza simile al di fuori del campo, e Mancini che mi ha accolto alla Sampdoria e mi ha voluto in nerazzurro. Hanno fatto parte della mia carriera. Tra le due squadre c’è stato un precedente nel 1968, dopo la vittoria dell’Intercontinentale, a San Siro e in campo c’era mio padre. Il match del 27 luglio è speciale per me, una sfida storica con tanti ricordi. Indossare i colori nerazzurri è qualcosa di speciale e porta tante responsabilità. Toldo ha ragione e Inter Forever lo dimostra. E’ un club che ha fatto la storia del calcio e uno dei più forti al mondo. E’ il sogno di ogni giocatore essere qui e io l’ho realizzato e non lo dimenticherò mai“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy