Petagna: “Io all’Inter? Perché no. Atalanta in Europa grazie a Gasp”

Petagna: “Io all’Inter? Perché no. Atalanta in Europa grazie a Gasp”

L’attaccante della formazione bergamasca ha parlato del futuro lasciando aperte le porte ad un ritorno a Milano sulla sponda nerazzurra del Naviglio

Andrea Petagna ha parlato del suo futuro in occasione dell’evento che lo ha visto protagonista ad uno store ufficiale dell’Atalanta, in cui il giovane attaccante ha inconcontrato i propri tifosi. Ecco le parole raccolte da Calciomercato.com: “L’anno prossimo dove mi vedo? Ancora qui, ma con la possibilità di giocare in Europa. Credo che sia assurdo pensare ad una stagione senza competizioni internazionali dopo il cammino fatto fino ad ora. A questo club devo tutto, perché decise di puntare su di me già dai tempi dell’Ascoli. Interessamento dell’Inter per me? Ne sono fiero. Ai nerazzurri non direi di no nonostante la mia parentesi al Milan: i rossoneri per me sono ormai un capitolo chiuso”.

Gli viene poi chiesto un commento alla prestazione di domenica: “Abbiamo avuto un calo fisico e mentale, ma sono cose normali. Ora per fortuna quella partita è finita e noi dovremo essere bravi sin da subito ad archiviarla e riprendere la corsa alla qualificazione per una Coppa europea. Le due persone più importanti per me sono state Gasperini ed il Papu Gomez: il primo ha saputo allenarmi al meglio, mentre il secondo è un mio grandissimo amico anche fuori dal campo. Contro il Pescara ed il Milan non saranno partite facili, tutte le partite ora sono decisive”.

In chiusura un commento sul suo obiettivo personale e sul tecnico della Juventus: “Io non ho un obiettivo preciso per la quantità di gol, però il mister mi ha detto che anche se mi fermo a 5 ma continuo a dispensare assist, è contento lo stesso. Su Allegri devo dire che è migliorato moltissimo, per me è destinato ad alzare al cielo una Champions League”.

MOU E CONTE QUASI ALLE MANI. IL 4° LI DIVIDE A FATICA

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy