Tare (ds Lazio): “Dopo il mio incidente, mi voleva l’Inter. Poi prese Batistuta”

Tare (ds Lazio): “Dopo il mio incidente, mi voleva l’Inter. Poi prese Batistuta”

Le parole del direttore sportivo della Lazio sul suo mancato arrivo all’Inter da giocatore

di Martina Napolano, @OnlyLoveINTER

Igli Tare, direttore sportivo della Lazio, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport in vista della sfida tra Juventus e Lazio di domani. L’ex calciatore si è soffermato anche sul suo mancato approdo all’Inter quando ad allenare i nerazzurri c’era Hector Cuper. Ecco le sue parole: “Incidente in auto? Ero mezzo svenuto. Sentivo Sereni urlare con l’anca spostata, vedevo il sangue di un amico in auto con noi e la faccia di Roberto Guana: sentito il botto, era uscito di casa. Quella sera non dovevo neanche andarci, in discoteca e mi telefonò mio fratello: “Bastardi, in tv fanno vedere un’auto che non è la tua”. Era la mia, ma così distrutta che non poteva credere che non fossimo tutti morti. Pensai di aver toccato il fondo: “Non giocherò più”, mi dissi. Invece sei mesi dopo mi voleva Cuper all’Inter, Corioni mi raccontò la telefonata di Moratti: “Lo so che mi servirebbe Tare, ma devo prendere un grande nome”. E prese Batistuta“.

Sul rapporto con la Juventus, Tare ha chiarito la posizione della società biancoceleste: “Il contrasto politico Agnelli-Lotito è lampante, ma con Paratici zero problemi: neanche per Keita, Milinkovic o De Vrji, che non andrà alla Juve anche se il suo nome è passato sul loro tavolo”.

ticketag 2
LEGGI ANCHE –> L’Inter spera nel Mondiale per rilanciare Brozovic e Perisic

Tutte le info sull’Inter: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

L’INTER SUONA LA CARICA PER IL DERBY: ECCO IL VIDEO POSTATO SU INSTAGRAM

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy