2019, inizio da incubo: Inter doppiata da Roma e Milan. Ora è il momento di cambiare marcia

2019, inizio da incubo: Inter doppiata da Roma e Milan. Ora è il momento di cambiare marcia

Infortuni, polemiche arbitrali e il caso Icardi: si può però ancora salvare la stagione

di Raffaele Caruso

“Well begun is half done”, recita un vecchio detto irlandese. Tradotto in italiano: “chi ben comincia, è a metà dell’opera”. È sempre meglio iniziare con determinazione e forza qualsiasi impresa sin dalle prime battute se si vogliono avere maggiori possibilità di successo ma bisogna fare attenzione a non buttare via nel proseguo quanto di buono fatto all’inizio e quanto di buono è stato raccolto per non sciupare e mandare all’aria il lavoro svolto.

Ed è forse per questo motivo che l’Inter di Luciano Spalletti è ancora in corsa per un piazzamento in Champions League. Perché se è vero che effettivamente la squadra nerazzurra, dopo un avvio comunque difficoltoso, è uscita alla grande collezionando importanti prestazioni sia in Italia che in Europa, è evidente che dall’eliminazione rimediata in Champions League, qualcosa pare essersi rotto. I casi Nainggolan, Perisic e Icardi non hanno certamente aiutato; gli infortuni di Keita e Vrsaljko hanno creato qualche imprevisto; qualche decisione arbitrale (vedi Firenze) ha fatto perdere all’Inter punti preziosi in ottica Europa.

Così, dopo aver concluso la prima parte di campionato saldamente in terza posizione e con un netto e importante distacco dalle insegutrici, l’Inter ora si ritrova in quarta posizione: Handanovic e compagni, battuti nell’ultimo turno di campionato dal Cagliari, sono stati scavalcati dal Milan e attualmente si trovano a sole tre lunghezze di distanza dalla Roma.

Complice un 2019 da incubo, ora l’Inter è chiamata a invertire la marcia per salvare una stagione che al momento pare ancora poter essere addrizzata. Nel nuovo anno, Spalletti ha conquistato solo 8 punti sui 21 disponibili: sconfitti con Torino, Bologna e Cagliari, i nerazzurri hanno battuto Parma e Sampdoria rimediando poi solo un pareggio con Sassuolo e Fiorentina.

Il Milan, dopo gli arrivi di Paquetà e Piatek, ne ha conquistati ben 17 (due in meno della Juventus) ed è ancora imbattuta: spicca l’1-3 rimediato a Bergamo contro l’Ataltanta. La Roma è a quota 14, mentre la Lazio è a quota 9 ma con una partita in meno ancora da disputare.

Ecco la classifica del 2019:

photo6046166131804319032

Inter, nuova partnership in Cina. Giallo Icardi: assente dalla locandina!

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy