Ag. de Boer: “Frank era la persona giusta nel posto sbagliato. Inter irrispettosa”

Ag. de Boer: “Frank era la persona giusta nel posto sbagliato. Inter irrispettosa”

Il procuratore del tecnico olandese, Guido Albers, commenta duramente l’esonero di de Boer

Commenta per primo!

Dopo il comunicato ufficiale con cui l’Inter ieri ha annunciato la rescissione consensuale dell’accordo con l’ormai ex tecnico nerazzurro Frank de Boer, oggi a Milano è atteso Guido Albers, agente dell’olandese, che definirà gli ultimi dettagli della separazione. All’ex Ajax andranno i soldi della penale già prevista dal contratto firmato ad agosto da sommare al regolare stipendio che percepirà fino al termine della stagione.

Intanto, Albers va all’attacco: “Sono triste e molto sorpreso della decisione dell’Inter perché fino a venerdì sentivo dire che i dirigenti avevano la massima fiducia in de Boer nel progetto a lungo termine iniziato ad agosto. Non gli è mai stato fatto capire niente anche se ieri (lunedì, ndr) gli è sembrato strano non vedere nessuno dei dirigenti al campo di allenamento. Lui però ha lavorato come se nulla fosse ed era pronto a far bene a Southampton. Ho trovato un po’ irrispettoso un simile comportamento, ma il calcio in Italia è anche questo. Frank rimane un grande allenatore e sono convinto che farà una grande carriera perché ha una mentalità eccezionale e un’attitudine al lavoro fantastica. Se avesse avuto tempo avrebbe ottenuto risultati eccezionali perché qualcosa aveva già fatto dopo essere arrivato ad agosto ed essersi trovato in una situazione non facile. La sua Inter ha giocato belle partite e in poche settimane ha imparato l’italiano. Secondo me era la persona giusta nel posto sbagliato le parole riportate dal Corriere dello Sport.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy