Antonello: “Icardi? Presto parleremo del rinnovo. Non potevamo trattenere Cancelo. E sulle plusvalenze…”

Antonello: “Icardi? Presto parleremo del rinnovo. Non potevamo trattenere Cancelo. E sulle plusvalenze…”

L’amministratore delegato dell’Inter smentisce categoricamente le offerte di mercato relative al capitano nerazzurro

di Pasquale Formisano, @Formigoal

Capitano dell’Inter, capocannoniere della Serie A italiana e con la Champions League, conquistata sul campo, da disputare per la prima volta in carriera: ci sono praticamente tutti gli ingredienti affinché Mauro Icardi possa continuare la sua esperienza in nerazzurro, anche se le voci di mercato relative a un suo trasferimento rimbalzano attraverso i principali media giorno dopo giorno.

A blindare ideologicamente il capitano nerazzurro, però, ci ha pensato l’Amministratore Delegato Antonello che, intervenuto in diretta nella trasmissione La politica nel Pallone, su GR Parlamento, ha smentito offerte eclatanti per il centravanti argentino, svelando anche l’apertura della società a rinnovare l’attuale contratto. Inoltre ha parlato del trasferimento di Cancelo alla Juventus e della lista Champions:

RINNOVO – “Mauro è il capitano dell’Inter e da entrambe le parti c’è la volontà di discutere il rinnovo. Nelle prossime settimane ci incontreremo proprio per percorrere questa strada e spero che entrambe le parti riusciranno a essere soddisfatte delle soluzioni trovate”.

OFFERTE – Antonello ha anche smentito l’interesse verso la punta da parte degli altri top club europei: “Fino a questo momento non c’è stata nessuna proposta indecente per Icardi“.

LISTA CHAMPIONS – “Per quanto riguarda la lista Champions di cui si parla tanto ad oggi è difficile trarre delle conclusioni, aspettiamo la fine del mercato”. 

PLUSVALENZE – “Raggiunti i 45 milioni di plusvalenze e colpi importantissimi? Come tutti i progetti c’è una pianificazione e richiede del tempo. Abbiamo avuto una fase molto intensa fino alla settimana scorsa per i requisiti del Financial Fair Play ma finché la Uefa non darà l’ok definitivo non si potrà certificare il dato, ma siamo contenti per il lavoro svolto. Abbiamo abbinato sia in uscita che in entrata le esigenze con giocatori di grandissimo livello. Il mercato è in stato avanzato poi valuteremo come chiudere la parte tecnica di questa sessione”. 

GAP – “I tifosi hanno dimostrato un attaccamento alla squadra molto forte, entusiasmo molto alto, ma noi come manager dobbiamo tenere i piedi per terra. Il campionato inizierà ad agosto e solo allora potremo vedere il lavoro fatto. Ci aspettiamo un grande spettacolo in entrambe le competizioni. Il primo obbiettivo del nostro progetto era tornare in Champions, è stato raggiunto, ora vogliamo ridurre il gap dalle altre tre squadre che ci son arrivate davanti. L’obbiettivo è avvicinarsi alle altre due squadre che hanno guidato la stagione, poi c’è il ritorno in Champions, dove l’Inter dovrà dimostrare di sapere competere in una competizione così importante dopo anni di assenza, abbiamo fatto in modo, con il mercato estivo di migliorarci, ma il campo dimostrerà quanto questo lavoro avrà portato i suoi frutti”. 

SCUDETTO – L’obbiettivo primario è di ridurre il gap, se vediamo la classifica della scorsa stagione i punti di distanza tra noi e la Juve erano molto significativi, quindi vogliamo ridurre il gap e faremo di tutto per migliorare i risultati dell’anno scorso”. 

MILAN – “Vorrei rimanere concentrato sull’Inter, tutti i passi fatti in campagna acquisti, sono stati tutti ponderati, valutati dal punto di vista economico-finanziario e della sostenibilità. Non è un discorso di politica dei piccoli passi, ma di passi coretti che si possono sostenere. Per il calcio italiano avere una squadra importante come il Milan che non partecipa alle competizioni europee non fa bene, ma bisogna ricordare che le regole ci sono e vanno rispettate, il sistema ha definito queste regole, ad oggi le regole sono queste e ci dobbiamo attenere a questo”. 

DEMBELE‘ – “Il nostro mercato è stato importante fino ad oggi, nelle prossime settimane l’area sportiva farà le valutazioni, ci sono contatti in essere ma nulla di definito”. 

CANCELO – “È stato un giocatore importante per noi, per la qualificazione alla Champions ma non c’erano le condizioni per poterlo trattenere. Così è andata ma stiamo costruendo una squadra altrettanto competitiva”.

RINNOVO SPALLETTIC’è un contratto in essere, ora siamo molto concentrati sul mercato e nelle prossime settimane affronteremo anche il tema del rinnovo del contratto del mister”. 

LEGGI ANCHE – LO SPORTING CP RESISTE PER WILLAM CARVALHO: SERVONO 25 MILIONI, L’INTER ORA…

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di Passioneinter.com

NAINGGOLAN SALUTA GLI ADDETTI AI LAVORI DELLA ROMA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy