Bergomi: “Godin è uno che ti insegna a vincere. Modric? Lo andrei a prendere subito”

Bergomi: “Godin è uno che ti insegna a vincere. Modric? Lo andrei a prendere subito”

L’ex capitano nerazzurro ha rilasciato una lunghissima intervista ai microfoni di TMW

di Raffaele Caruso

Beppe Bergomi, ex capitano nerazzurro e oggi opinionista Sky, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di TuttoMercatoWeb, commentando i temi più caldi di casa Inter. A partire dall’acquisto di Diego Godin: “Io penso che già De Vrij e Skriniar siano molto forti. Poi alle loro spalle c’è Miranda che vuole trovare ancora spazio: è giusto che trovi una sua squadra. Godin arriva per giocare titolare nell’Inter, perché è un leader carismatico: ha vinto e ti insegna a vincere. Sicuramente è un bell’acquisto. Skriniar via? Spero di no, perché è un giocatore straordinario. E’ in ascesa ed è cresciuto tantissimo. L’Inter deve ragionare da grande e cercare di tenere tutti i suoi pezzi pregiati. Capisco anche che prima di giugno si debba sacrificare qualcuno: vedremo cosa farà, ma io non darei via Skriniar”.

La prima parte di stagione dell’Inter di Luciano Spalletti:Giudizio positivo: sarebbe potuto essere positivissimo, se avesse passato il turno in Champions. Ma dobbiamo ricordarci da dove questa squadra partiva: nella quarta fascia di un girone molto difficile. Resta l’amaro in bocca perché la gara col Psv si poteva vincere e giocare in maniera diversa. Credo che il club debba consolidare il quarto posto e cercare di arrivare il più avanti possibile in Europa League”.

Marotta e Ausilio puntano a Herrera: “Bisogna capire quale idea di calcio abbia in testa Spalletti: in questo momento sta dando spazio ai giocatori di palleggio. Non giocano tanto Vecino e Gagliardini, quanto piuttosto Borja Valero e Joao Mario. Come valore assoluto, Herrera è sicuramente un giocatore importanti. Ma bisogna prendere giocatori funzionali al sistema di gioco: è un elemento importante, ma c’è da vedere se può fare al caso dell’Inter”.

Il sogno Modric non tramonta: Nella vita è bello sognare ed avere grandi obiettivi: l’Inter in questo momento sta pensando così, vuole vincere subito, perché prende Godin e sogna Modric. La Juventus è un punto di riferimento ed i nerazzurri vogliono accorciare ancora di più il gap. Modric ha 34 anni, ma Pirlo quando arrivò alla Juventus aveva più o meno la stessa età e poi fece molto bene. Se ci fosse la possibilità, lo andrei a prendere subito”.

Brazao per il dopo Handanovic: Non conosco il brasiliano. Lo sloveno dà ancora garanzie, perché anche quest’anno sta facendo molto bene. Giustamente però le società devono sempre pensare al futuro e non farsi trovare impreparate”.

LEGGI ANCHE – Wanda shock sul rinnovo: “Nessuna proposta soddisfacente dall’Inter, Mauro vale di più di quanto offrono”

LIVE MERCATO – SEGUI TUTTE LE TRATTATIVE DEI NERAZZURRI IN DIRETTA

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

Toldo ed il gol in Inter-Juve: “È mio, Vieri non l’ha toccata!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy