Bonolis: “C’è stata troppa illusione all’inizio. Roma e Napoli più forti. Biglia mi piace tantissimo”

Bonolis: “C’è stata troppa illusione all’inizio. Roma e Napoli più forti. Biglia mi piace tantissimo”

Queste le parole del VIP tifoso nerazzurro, Paolo Bonolis, sulla stagione disputata dalla sua Inter e sulle scelte di mercato future

intervista bonolis

Paolo Bonolis, appena ne ha occasione, parla con piacere della sua Inter. Purtroppo gli argomenti non sono felici in quanto si sprecano i rimpianti sulle tante opportunità sprecate dai nerazzurri nel corso della stagione per agguantare il terzo posto. Ecco le sue parole a lalaziosiamonoi.it:

L’EQUILIBRIO SPEZZATO – “L’Inter non prendeva gol e riusciva risolvere le partite segnando alla prima occasione. Ora accade l’inverso, si creano tante opportunità ma non si mette la palla in rete. Eravamo in una situazione di grande vantaggio, ma era molto risicato perché si stava sempre ‘sul filo’ ogni volta che si portava a casa il risultato. Quell’equilibrio ad un certo punto si è spezzato. Si vinceva sempre con il minimo risultato, tanti 1-0 dove c’era Handanovic che salvava il risultato. È successa una cosa che nel calcio può capitare, ma diciamo che probabilmente c’è stata un po’ di illusione nella prima parte della stagione figlia di un equilibrio quasi miracoloso, dove tutto si incastrava perfettamente. Una volta rotto l’equilibrio l’Inter ha perso tutta una serie di partite ‘stupide’ con un punteggio non adeguato a quelle che erano le ambizioni dell’inizio del campionato. Quello che ha detto Mancini ad inizio stagione, cioè che tre squadre erano più attrezzate dell’Inter si è rivelato veritiero e si è palesato completamente. Juve, Roma e Napoli sono più complete dei nerazzurri”. 

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI – “Biglia è un ottimo giocatore, mi auguro che con un’adeguata preparazione possa disputare più partite con un minor numero di infortunio rispetto a quelli che ne hanno contraddistinto la stagione. A me piace molto. Candreva non saprei: è un elemento importante, corre moltissimo e macina parecchi chilometri in campo. È un grande combattente ed ha ancora molti margini di miglioramento soprattutto nell’assist e nel cross. Bisognerà vedere il mercato cosa proporrà e quanto si potrà spendere. Ho sentito che sta arrivando Banega. L’Inter ha bisogno di due/tre giocatori in mezzo al campo e un buon giocatore di fascia difensiva, che però abbia i piedi per impostare anche in fase offensiva”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy