Cagliari-Inter, Spalletti (Sky): “Squadra brutta nel primo tempo. Siamo stati ritardati nel prendere delle decisioni”

Cagliari-Inter, Spalletti (Sky): “Squadra brutta nel primo tempo. Siamo stati ritardati nel prendere delle decisioni”

L’Inter interrompe la striscia di risultati positivi in campionato, iniziata con la vittoria a Parma e terminata con il 3-3 di Firenze

di Paolo Messina

L’Inter esce sconfitta dalla bolgia della Sardegna Arena. I nerazzurri sono stati letteralmente schiacciati dalla forza e dalla furia agonistica degli uomini di Maran. Il Cagliari ha lottato con rabbia su ogni pallone, riuscendo a dare quel qualcosa in più fondamentale per vincere la partita. Meritatamente sconfitta, adesso la Beneamata può perdere per la prima volta in stagione il terzo posto. Il Milan, su tutti, potrà sfruttare il k.o. degli interisti, oltre la Roma dal quinto posto. Emblematico il cambio con l’ingresso in cambio di Ranocchia, che certifica come a questa formazione manchi l’altro attaccante.

A Sky Sport, durante il postpartita, è intervenuto Luciano Spalletti per la consueta disamina. Queste le parole e l’opinione del tecnico nerazzurro: “Squadra brutta nel primo tempo. Noi ritardati nel prendere delle decisioni, la palla che viaggiava male. Poca qualità e intuizione su dove andrà a cadere questa palla. Non c’è mai un ordine da dover tenere ma è un aspettarsi una casualità. Pochi duelli e palloni conquistati. Gli avversari hanno fatto dei goli importanti. Chiaro che abbiamo le stesse potenzialità offensive, ma non riusciamo a fare la stessa differenza degli altri. Non è tanto quello che riesci a recuperare ma la reazione in campo, negli episodi che riesci a determinare. La reazione c’è stata e nel secondo tempo abbiamo fatto bene per lunghi tratti, ma se non fai gol ti viene messo davanti, ma sono gli sviluppi a fare la differenza.

Icardi? Io posso tornare a ridire le stesse cose, che se c’è un posto dove si deve fare il bene dell’Inter è il campo. Ci sono delle cose oggettive che ti creano delle difficoltà. Negli ultimi minuti era inutile mettere giocatori veloci, serviva quello in mezzo all’area. Non ci siamo messi nelle condizioni di sfruttarlo bene, ma Ranocchia in campo è una sostituzione da fare. Abbiamo avuto 80′ per aggirare la difesa, ma va fatto qualcosa di diverso. La sostituzione è corretta e si può fare. Siamo rimassi gli stessi del girone d’andata. Nella partita stessa e nei mesi abbiamo questa alternanza dove si fanno partite di altissimo livello e poi la partita dopo si scende e si fa fatica a mantenere la costanza del calcio che dobbiamo fare. Ci si ha avuto delle complicazioni che ti vengono a pesare da un punto di vista dell’entusiasmo e delle insidie, ma è una cosa su cui dobbiamo essere abituati. Se siamo vestiti così dobbiamo sopperire a queste difficoltà. Torno a ripetere, si può prendere quello che ci fa più comodo per portare il discorso dove ci pare, ma l’altra settimana aspettavamo che si mettessero le cose a posto. Aspettiamo che Icardi termini il ciclo per mettergli a posto il problema al ginocchio. Poi come Keita, Icardi, potrà tornare in campo. Perché su Keita si parla di infortunio e perché per Icardi è diverso. Anche lui è infortunato e dopo 5 giorni di cure sarà disponibile. Si tratta in maniera diversa la faccenda di Mauro con quella di Icardi. Il fatto di fare spiegazioni differenti, non dipende da noi.”

Cagliari-Inter 2-1: Ceppitelli e Pavoletti smontano Lautaro. Pesano gli errori di Politano e Borja Valero

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy