Cambiasso ricorda la finale Champions: “Da calciatore non si può chiedere di più”

Cambiasso ricorda la finale Champions: “Da calciatore non si può chiedere di più”

Il centrocampista argentino racconta le sensazioni che si provano nel giocare (e vincere) una finale di Champions League

intervista cambiasso

Il centrocampista Esteban Cambiasso, colonna portante dell’Inter di Mancini e di Mourinho, pedina fondamentale della leggendaria squadra del triplete, è stato intervistato dal sito Uefa.com in vista della prossima finale di Champions League che avrà luogo sabato prossimo a San Siro e non ha perso occasione per ricordare le emozioni uniche della sera del 22 maggio 2010: “Quel giorno l’ambiente era unico, l’Inter non giocava una finale di Champions League da tantissimi anni. Inoltre il Bayern, come tutte le squadre che riescono a arrivare in finale, aveva voglia di portare a casa la coppa, quindi sommando tutti questi elementi si può capire cosa stavamo provando. In tutto ciò va aggiunto che si giocava al Santiago Bernabeu, uno dei più affascinanti stadi del mondo. Come calciatore non si poteva chiedere di più“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy