La rinascita di Candreva, 504 giorni dopo: dal possibile addio al gol liberatorio di Bologna

La rinascita di Candreva, 504 giorni dopo: dal possibile addio al gol liberatorio di Bologna

L’esterno italiano ha vissuto un’estate particolare, al centro di diverse voci di mercato, ma alla fine è rimasto a Milano

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

Alla fine Antonio Candreva ce l’ha fatta: a distanza di un intero campionato, addirittura 504 giorni, ha ritrovato la via del gol con il primo tiro stagionale. Quest’estate il numero 87 era praticamente certo della cessione: dopo gli arrivi di Politano e Keita, in attacco rimaneva poco spazio. Alla fine però è rimasto, ha aspettato in silenzio il proprio momento e l’ha sfruttato al meglio.

L’Inter ha un’arma in più? 15 aprile 2017, la data della sua ultima gioia personale, nel derby contro il Milan. Un gol che sa di rivincita, quello contro il Bologna, visto che nelle gerarchie di Spalletti, dopo una stagione sottotono (soprattutto nella seconda parte), era finito addirittura come quinta scelta fra gli esterni a disposizione, dietro a Perisic, Keita, Politano e Karamoh, prima che quest’ultimo lasciasse Milano.

Zero minuti a Sassuolo, zero a San Siro, poi la sostituzione del Dall’Ara al 78′: bastano 190 secondi per il gol liberazione. La sua storia all’Inter riparte da qui.

LEGGI ANCHE – L’INTERTINENTE: L’INCHINO DEL NINJA, IL PANCIONE DI CANDREVA: SPRAZZI DI UN’INTER FORTE ANCORA DA AFFINARE

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

SANTOS, GABIGOL SHOW CON UNA TRIPLETTA AL VASCO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy