Candreva: “Inter prendi Mbappé, un fenomeno. Idolo? Ammiravo Zidane”

Candreva: “Inter prendi Mbappé, un fenomeno. Idolo? Ammiravo Zidane”

L’attaccante nerazzurro si è raccontato a Sportweek dove ha ripercorso la sua prima stagione in nerazzurro

Commenta per primo!

Antonio Candreva  sarà il protagonista del prossimo numero di Sportweek, dove il laterale offensivo ex Lazio ha raccontato le emozioni provate durante il suo passaggio in nerazzurro: “Alla Lazio ho passato anni fantastici e i tifosi mi hanno fatto sentire importante. Li ringrazierò sempre. Ma anche all’Inter società, compagni e tutto l’ambiente mi hanno accolto alla grande fin dal primo giorno. E’ un onore essere chiamati da una delle squadre più importanti d’Europa. Ed è importante che sia stato un italiano il primo giocatore scelto per far parte di un progetto che punta a vincere tutto: campionato, Coppa Italia e Champions”.

Suning ha in mente un’Inter più azzurra che nera, ma Candreva ha un consiglio per la dirigenza nerazzurra: “In un gruppo con più italiani si riesce a creare uno zoccolo duro. Chi prenderei tra gli Under 21? Kylian Mbappé del Monaco, 18 anni. Un fenomeno nelle partite di Champions contro il Manchester City”.

Il numero 87 nerazzurro ammette di non avere idoli, ma di aver ammirato qualcuno: “Non ho mai avuto idoli o poster attaccati in camera. Però mi è sempre piaciuto il giocatore di qualità, quello che fa meno gol ma più assist, giocate, accelerate. Per questo ammiravo Zinedine Zidane. Nel 2013 ho giocato invece contro il Brasile e mi ha impressionato Neymar. Mi ha messo in grande difficoltà. Ed era quattro anni fa, quindi ancora giovanissimo e con un margine di miglioramento enorme”.

LA JUVENTUS VOLA, MA QUANTO E’ FORTE MBAPPE?

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy