Panchina Inter come X Factor, casting finiti. Ora è tempo di tirare le somme

Panchina Inter come X Factor, casting finiti. Ora è tempo di tirare le somme

Domani l’Inter deciderà chi sarà il nuovo tecnico al quale affidare la squadra. Ecco i nomi dei candidati e tutti i dettagli

marcelino inter

Una vera e propria giuria, come in molti sono abituati a vedere nei talent show, a decidere chi sarà il prossimo allenatore dell’Inter. Williamson, Zanetti, Gardini ed Ausilio, assieme alla delegazione di Suning, questi i giudici.  Marcelino Garcia Toral, Stefano Pioli, Gianfranco Zola, questi i concorrenti. Vitor Pereira, Guus Hiddink, Walter Zenga, Francesco Guidolin, queste le suggestioni. I casting sono ormai terminati e, presumibilmente, nella giornata di domani ci sarà la scelta definitiva. Mentre per l’annuncio bisognerà attendere lunedì. Facciamo il punto della situazione.

PIOLI – È stato il primo a incontrare l’Inter, nella serata di ieri. L’ex tecnico laziale sarebbe riuscito a convincere Zanetti e Ausilio, ma non pienamente la delegazione di Suning. Esperienza pluriennale in Italia e in Serie A per il tecnico emiliano: Bologna, Palermo, Chievo e Parma sono solo alcune delle squadre che ha allenato.

MARCELINO – L’incontro tra lui e la società si è concluso alle 23.30 di ieri. Al momento sembra lui il prescelto. A differenza di Pioli, l’ex tecnico del Villareal sarebbe riuscito a convincere anche Suning. L’Inter sarebbe la sua prima esperienza in Italia, dopo aver allenato soltanto squadre spagnole, tra cui Siviglia e Real Saragozza.

ZOLA – L’ultimo ad aver incontrato i giudici di Fc Internazionale è lui. Di ritorno dall’esperienza sulla panchina del club qatariota Al-Arabi, l’ex giocatore di Napoli e Chelsea è ora uno dei candidati alla guida dei nerazzurri. Zola ha allenato il Watford, il West Ham e il Cagliari. Da tenere sotto controllo, nel caso all’ultimo minuto sfumasse l’accordo con Marcelino.

PEREIRA, GUIDOLIN, ZENGA – Sono gli altri tre dei nomi che sono stati proposti per la panchina dell’Inter. Immancabile quello dell’ex portiere, che non rifiuterebbe certo di allenare la squadra di cui è sempre stato tifoso. Tuttavia, nessuno dei tre è in pole.

HIDDINK – Discorso a parte per l’ex tecnico del Chelsea. Sarebbe stato lui, o eventualmente Pereira, il profilo preferito da Joorabchian. L’accordo però non è stato trovato per questioni contrattuali. Il tecnico olandese avrebbe preferito legarsi momentaneamente all’Inter fino a giugno 2017, mentre la società cerca un allenatore che voglia siglare un accordo di almeno un anno e mezzo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy