CdS – Lautaro centravanti pazzesco. E pensare che dopo gli errori di gennaio veniva paragonato a Gabigol

CdS – Lautaro centravanti pazzesco. E pensare che dopo gli errori di gennaio veniva paragonato a Gabigol

Il giovane argentino non sta facendo pesare l’assenza di Icardi

di Antonio Siragusano

In molti continuano ad addebitare a Mauro Icardi gran parte dei problemi dell’Inter dell’ultimo periodo. Se questo può essere ritenuto vero per quanto riguarda l’aria pesante che sembra essersi creata ad Appiano Gentile all’interno dello spogliatoio, non può del tutto valere dal punto di vista tecnico della squadra. Perché il suo unico sostituto in squadra, Lautaro Martinez, sta incamerando una serie di prestazioni alquanto sorprendenti. Acquistato la scorsa estate per crescere al fianco di Icardi, l’ex Racing de Avellaneda si è visto catapultato improvvisamente in campo, supportando sulle proprie spalle il peso intero del reparto offensivo. Sebbene la giovane età, come sottolineato dallo stesso Spalletti, Lautaro non ha minimamente accusato la pressione, anzi. Con lui la squadra ha trovato un gioco molto fluido, senza dimenticare che anche dal punto di vista realizzativo non sta facendo affatto male.

Come ricordato questa mattina dal Corriere dello Sport, alla Sardegna Arena l’argentino ha anche colpito il palo che avrebbe potuto decretare il 2-2 finale, ha confermato di essere un terminale offensivo pazzesco (10 tiri tentati: 8 da dentro l’area e 2 da fuori), si è mosso molto e ha toccato parecchi palloni (35). E pensare che Lautaro aveva iniziato il 2019 sbagliando qualche gol di troppo contro la Lazio (Coppa Italia), il Bologna e il Torino, occasioni che abbinate a quelle fallite nello scorso dicembre contro la Juventus e il Psv, lo avevano fatto finire al centro del mirino della critica fino ad essere paragonato addirittura alla meteora Gabigol.

L’argentino, però, ha reagito alla grande e, dopo aver siglato la rete della vittoria a Parma quando è entrato per affiancare Icardi nel finale, da quando il numero 9 è fuori ha lasciato il segno contro il Rapid Vienna e il Cagliari: 2 centri in 5 incontri. Può fare meglio, ma il segnale è stato importante anche perché è già a quota 8 in stagione e la doppia cifra ormai dietro l’angolo. Ieri anche Martinez si è concesso una giornata di riposo insieme alla fidanzata Augustina e al loro cane. Sole, passeggiate e relax: un modo per ricaricare le batterie in vista della trasferta di giovedì nella quale sarà di nuovo protagonista.

La Repubblica – Inter e Milan, addio al Meazza: pronto progetto più innovativo d’Europa. Stadio da 60mila posti e…

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy