Champions League, inserimento anticipato del Var nella competizione? La Uefa ci pensa

Champions League, inserimento anticipato del Var nella competizione? La Uefa ci pensa

L’errore sul rigore assegnato al Manchester City nella gara contro lo Shaktar potrebbe aver indotto i vertici dell’Organizzazione calcistica europea ad accelerare i tempi

di Andrea Ilari

Alcuni pesanti errori nelle gare più importanti, allo stesso modo della percezione che il Var sia stato un successo nel Mondiale, hanno portato i vertici dell’Uefa a riconsiderare i tempi dell’introduzione dell’assistenza video per gli arbitri in Champions League. Secondo quanto riportato dalla BBC infatti, la Uefa starebbe seriamente pensando di anticipare l’inserimento del Var già alla fase finale della Champions di quest’anno, anticipando, di fatto, un utilizzo che era già stato previsto per l’edizione 2019.

Uno dei motivi che avrebbero indotto i vertici dell’Organizzazione a considerare seriamente questa possibilità sarebbe stato il il rigore concesso erroneamente al Manchester City contro lo Shaktar Donetsk nella gara di mercoledì. Solo l’ultimo errore ad attirare critiche sull’operato arbitrale nella manifestazione. Una decisione verrà presa ad inizio dicembre quando si terrà la prossima riunione del comitato esecutivo della Uefa.

 

LEGGI ANCHE – >De Vrij: “Stiamo messi bene, basta un pareggio contro il Tottenham. Lazio? Volevo giocare”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO EDITORIALE: Inter-Barcellona 1-1 in cinque punti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy