CHE FINE HA FATTO – Francesco Bolzoni, figlio nerazzurro con una carriera travagliata: adesso riparte dal Bari

CHE FINE HA FATTO – Francesco Bolzoni, figlio nerazzurro con una carriera travagliata: adesso riparte dal Bari

19° appuntamento della rubrica settimanale di Passioneinter.com

di Antonio Siragusano

“Che fine ha fatto” è la rubrica settimanale di Passioneinter.com che tratterà i vari giocatori transitati in nerazzurro che sono poi finiti nel dimenticatoio, raccontando come è proseguita la loro carriera una volta andati via dall’Inter.

Quest’oggi è il turno di Francesco Bolzoni, centrocampista classe 1989 cresciuto nelle giovanili nerazzurre, ma mai realmente sbocciato.

Bolzoni affronta interamente la trafila del settore giovanile nerazzurro, vincendo diversi titoli tra cui il campionato Primavera 2006/07. Quella sarà una stagione importante per il ragazzo nato a Lodi, che lo vedrà esordire anche con la prima squadra allora allenata da Roberto Mancini, in un match di Coppa Italia. L’annata seguente verrà schierato dal tecnico jesino per la prima volta in Champions League, proprio contro quel PSV Eindhoven che i nerazzurri hanno ritrovato quest’anno nel proprio girone. Dopo essere nel frattempo diventato il capitano della formazione Primavera, nel febbraio 2008 porta a casa il Torneo di Viareggio. La dirigenza nerazzurra sceglie dunque di offrirgli il primo contratto da professionista, così Bolzoni approda definitivamente nel giro della prima squadra. La giovane promessa, però, trova poco spazio, con una sola presenza in campionato nel maggio del 2009.

Nell’estate del 2009 viene inserito nella trattativa con il Genoa per l’acquisto di Diego Milito e Thiago Motta da parte dell’Inter, e lascia il club che lo ha praticamente cresciuto. Qui, viene immediatamente girato in prestito al Frosinone in Serie B, di fatti la prima vera rampa di lancio del centrocampista.

Di proprietà del Genoa, nella stagione 2010/11 viene rispedito ancora una volta in prestito, ma questa volta al Siena, fresco di retrocessione in Serie B. A fine anno, dopo aver convinto l’ambiente bianconero e contribuito alla promozione in A, viene riscattato a titolo definitivo.

 

Dopo due stagioni in Serie A con il Siena in cui riesce ad accumulare un totale di 41 presenze , il 1º agosto 2013 viene acquistato dal Palermo nella serie cadetta. Chiude la prima annata con 37 presenze in campionato (4 reti) e 2 in Coppa Italia, che fanno di lui il giocatore più utilizzato della squadra. Ancora una volta riesce a mettere a segno una nuova promozione nella serie maggiore. In Serie A con la maglia rosanero, disputa 23 partite in campionato più una presenza in Coppa Italia. La sua stagione si chiude il 12 maggio a causa di una lesione sub-totale del tendine d’Achille destro.

Scaricato dal Palermo, Bolzoni si ritrova all’ennesimo trasferimento della carriera. Stavolta, da svincolato firma con il Novara,  nuovamente in Serie B. Il 3 aprile 2016 fa il suo ritorno in campo dopo quasi un anno dall’infortunio. Il campionato successivo, però, non riesce a trovare lo spazio di cui necessitava e decide di andar via al termine della stagione.

Nell’agosto 2017 cambia aria e viene ceduto a titolo definitivo allo Spezia. Dopo una sola annata termina i suoi rapporti con il club ligure e rimane senza contratto. Il 4 settembre 2018, però, il nuovo corso del Bari targato De Laurentiis sceglie di ripartire proprio da lui, uomo di grande esperienza che con molta umiltà accetta di fare un passo indietro e ricominciare dalla Serie D con la sua nuova maglia biancorossa.

LEGGI ANCHE – Icardi: “Sapevamo di poter raggiungere la testa della classifica e…”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

WANDA NARA QUASI INVESTITA AD AMSTERDAM: “STAVO PER MORIRE!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy