Chivu: “La forza della mia Inter era il sacrificio. Girone di Champions? Spalletti farà la differenza”

Chivu: “La forza della mia Inter era il sacrificio. Girone di Champions? Spalletti farà la differenza”

“Icardi non si discute: i numeri parlano per lui. E che coppia con Lautaro”: l’ex difensore nerazzurro esalta anche i due attaccanti argentini

di Raffaele Caruso

L’ex giocatore nerazzurro Christian Chivu, ora attuale allenatore dell’Inter Under 14, intervistato da La Gazzetta dello Sport ha ricordato con emozione la partita giocata dalla squadra di José Mourinho al Camp Nou contro il Barcellona: “E’ il ricordo di una partita storica. Affrontammo una squadra che faceva del calcio che non si è mai più visto. Io non dovevo nemmeno giocare, poi si fece male Pandev  e in extremis Mourinho mi schierò ala sinistra. L’ultima volta che avevo fatto quel ruolo era forse nel 1994, in Romania da bambino. Ma chiunque avrebbe detto sì al posto mio, pur di giocare”.

L’Inter del Triplete: “La differenza la facevamo noi in campo. Puoi essere il miglior allenatore del mondo, ma se i giocatori non recepiscono il tuo messaggio non si va da nessuna parte”.

Il confronto con il presente: “La forza della mia Inter era il sacrificio, l’intelligenza nel capire che per vincere serviva la massima disponibilità. I giocatori di oggi devono avere la nostra stessa voglia di impegnarsi. Quell’Inter lì stava per complicarsi la vita a Kiev. Nessuno pensava quella sera che avremmo vinto la Champions League. Ci vuole fortuna anche ma soprattutto devi credere in quello che fai”.

Il girone di ferro: “E’ un girone equilibrato, l’Inter ha grande qualità e se devo trovare un difetto è la mancanza di esperienza a certi livelli.  Spalletti può compensare questa mancanza, ho giocato una Champions con lui. Ha una qualità che può risultare decisiva: la cura dei particolari. E’ un maniaco da quel punto di vista e in Europa questo può fare la differenza”.

Icardi e Lautaro Martinez: “Spalletti in rosa ha uno come Icardi che continua a migliorare anno dopo anno. Ha fatto 100 gol, i numeri parlano per lui. Lautaro rispetto a Mauro è molto bravo a giocare fuori area. Li vedo bene insieme, Spalletti li saprà far coesistere”.

LEGGI ANCHE -> Bergomi: “Quest’Inter mi piace, Nainggolan l’acquisto più importante. Champions? La squadra…”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – Perisic a segno anche con la Nazionale, ecco il suo gran gol contro il Portogallo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy