Colonnese: “Serve un centrale di livello. Europa League? Non andarci un fallimento”

Colonnese: “Serve un centrale di livello. Europa League? Non andarci un fallimento”

Secondo l’ex difensore nerazzurro la qualificazione in Europa League deve essere assolutamente centrata

Commenta per primo!

L’ex difensore nerazzurro, Francesco Colonnese, ha parlato al programma Inter Line sulle frequenze di TMW Radio, dove si è discusso dell’andamento di Icardi e compagni in questa stagione.

L’obiettivo ora da centare assolutamente è l’Europa League: “L’Inter non può non essere nelle prime sei del campionato. Sarebbe un fallimento non esserci, fare l’Europa League non potrà incidere considerato che andranno quattro in Champions dalla prossima stagione. Non volerci andare vorrebbe dire avere la mentalità non vincente, l’Inter deve essere pronta al doppio fronte. In questa stagione l’Inter è stata deludente, come lo è stata in queste ultime quattro gare. Non ha avuto il piglio di una squadra con un grande blasone. Nel calendario ci sono scontri diretti come con la Lazio, con il Napoli. Non è semplice ma il distacco da quelle davanti non è tanto”.

Chi sulla panchina nerazzurra il prossimo anno? “Il lavoro di Pioli è stato giudicato troppo presto in modo positivo e troppo negativamente dopo. I giudizi devono arrivare tra sei partite. E’ giusto e logico, e lo vorrei da tifoso, che si decidesse a fine stagione, a bocce ferme. Queste gare devono valere per tutti e da qui si potrà giudicare il lavoro di Pioli e di tutta l’Inter. Anche i giocatori hanno le loro responsabilità”.

Il primo colpo da fare è sicuramente un centrale di difesa: “Servono innesti importanti per una squadra che ha troppi doppioni in alcuni ruoli ed è scoperta in altri. Serve un centrale di livello per poi gestire Murillo e Miranda. Medel non lo considero centrale di difesa”.

LA JUVENTUS VOLA, MA QUANTO E’ FORTE MBAPPE?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy