Da Vieri a Icardi: quando l’amore con la Curva Nord finisce

Da Vieri a Icardi: quando l’amore con la Curva Nord finisce

Ieri ‘Bobo’ che non esultava più dopo i gol, oggi ‘Maurito’ attaccato con un comunicato durissimo. E nel mezzo tante altre liti tra giocatori nerazzurri e la tifoseria

Commenta per primo!

ICARDI

All’inizio qualcuno ha storto la bocca. Quella fascia che fino a poco fa era al braccio di Javier Zanetti, dopo la breve parentesi Ranocchia era passata a Mauro Icardi. Forte, fortissimo, ma per molti troppo giovane e troppo preso dalla vita fuori dal campo per ereditare una responsabilità simile. Le stagioni passano, macina gol e dopo le numerosi voci di mercato estive resta a Milano (con un nuovo contratto più ricco, va detto) e ribadisce il suo amore per la maglia nerazzurra. L’uscita del suo nuovo libro autobiografico, ed in particolare il passaggio sulla lite di Sassuolo, segna però una crepa profonda del rapporto dell’attaccante argentino con la Curva Nord, che in un comunicato pubblicato nella notte lo attacca duramente. Parole forti, uno scontro duro. Ma le frizioni tra la tifoseria ed i giocatori nerazzurri non sono mai mancate negli ultimi anni

<– SCORRI LE SCHEDE –>

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy