D’Alema: “L’Inter era una squadra smidollata, ora vince e vincerà grazie a Nainggolan” E poi svela la sua passione giovanile per i nerazzurri

D’Alema: “L’Inter era una squadra smidollata, ora vince e vincerà grazie a Nainggolan” E poi svela la sua passione giovanile per i nerazzurri

Intervenuto durante l’Overtime Festival a Macerata, l’ex Presidente del Consiglio ha parlato dell’ex centrocampista della Roma e dei nerazzurri

di Andrea Ilari

Durante la presentazione del nuovo libro di Francesco Repice, avvenuta nel contesto della manifestazione Overtime Festival a Macerata, ha parlato Massimo D’Alema, ex Presidente del Consiglio dei Ministri. Tra i vari temi affrontati, D’Alema, grandissimo tifoso della Roma, ha aperto una parentesi anche sull’Inter soffermandosi, nello specifico, sull’addio ai giallorossi di Nainggolan, sulla la situazione Spalletti-Totti e raccontando alcune curiosità sui nerazzurri. Di seguito le dichiarazioni raccolte dall’inviato di Passioneinter.com:

NAINGGOLAN – “La Roma ha fatto una campagna acquisti discutibile, una campagna vendite. D’altro canto la proprietà americana della Roma doveva cercare di far quadrare i conti. infatti l’inizio di campionato è stato incerto. Quando tu togli ad una squadra un portiere che dà sicurezza alla difesa e gli togli a centrocampo Nainggolan e Strootman la squadra diventa “indifesa”. Nainggolan è arrivato, ha preso l’Inter che era una squadra smidollata e l’ha fatta stare in campo e vincere le partite, chapeau. Quando tu hai in mezzo al campo un guerriero del genere, ti cambia completamente il senso della squadra”.

SPALLETTI – “Sono contento per Spalletti che mi sta simpatico anche se si è trovato a gestire l’epilogo di Totti, è stata una vicenda dolorosa dalla quale sarebbe uscito male chiunque”.

SULL’INTER– “Tra Inter e Milan devo dire che ho sempre preferito l’Inter, forse perché una volta Cossutta mi disse che si chiamava Internazionale. Il fascismo li costrinse a chiamarsi Ambrosiana, ma il nome Internazionale era per lui, antifascista, garanzia di ciò. Quando ero ragazzino ho fatto in tempo a vedere “quell’Inter”, che forse era la più straordinaria squadra di calcio mai vista. Ricordo un Sampdroria-Inter 0-5 (poi recita a memoria la formazione della grande Inter di Herrera n.d.r.), una squadra pazzesca, mai stata una squadra di calcio che fosse un meccanismo così perfetto. È tra le squadre che mi stanno simpatiche”.

LEGGI ANCHE — Ausilio: “Rinnovo Icardi? Senza fretta. E su Modric…”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – VERSO INTER-MILAN: ICARDI-HIGUAIN, CHI È IL PIÙ FORTE?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy