Eder, Aprile dolce… segnare

Eder, Aprile dolce… segnare

Il brasiliano in primavera rende sempre tantissimo, Mancini spera nel suo risveglio per rilanciarsi in ottica terzo posto

agente eder

La primavera, si sa, coincide con il risveglio dal letargo del mondo animale, ma Roberto Mancini spera che questa legge naturale non valga solo per gli animali. La sua speranza, infatti, è che anche Eder possa risvegliarsi dal torpore invernale e iniziare a contribuire anche in zona gol. A confortarlo ci pensa la statistica che vede il brasiliano sempre a segno negli ultimi due mesi di campionato; come scrive la Gazzetta dello Sport: “Dei 104 realizzati con le varie maglie, 18 sono arrivati proprio in questo mese. Con l’Inter, per ora, zero gol segnati , 12 nella recente vita precedente con la Sampdoria (l’ultimo il 24 gennaio contro il Napoli). Diciotto gol segnati ad aprile, 17 a maggio. Ad aprile, tra l’altro, realizzò anche un poker quando vestiva la maglia dell’Empoli. Quattro gol in una sola partita, contro la Salernitana, il 13 aprile 2010. Campani avanti 2-0, alla fine sotterrati 5-2 con i primi quattro colpi battuti proprio dall’attuale interista che lasciò il Castellani con il pallone nella borsa. Fu la sua stagione migliore con 27 gol in Serie B. Lui capocannoniere, toscani decimi alla fine del campionato. Era il 2009/2010”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy