Eder, snobbato all’Inter ma punto fermo della Nazionale

Eder, snobbato all’Inter ma punto fermo della Nazionale

L’attaccante acquistato dalla Sampdoria ha visto poco il campo durante la sua esperienza nerazzurra. Per Conte, invece, è un punto fermo

intervista eder

Un caso curioso quello di Eder, attaccante dell’Inter acquistato dalla Sampdoria nella finestra di mercato di Gennaio: l’oriundo ha visto poco il campo con la maglia nerazzurra, sia per le prestazioni deludenti che per le scelte tecniche di Roberto Mancini. La curiosità è che per Antonio Conte, l’attaccante potrebbe essere un punto fermo della propria formazione visto l’ottimo feeling con Graziano Pellè: “L’impressione, anche vedendo il gioco delle coppie che si forma negli esercizi per l’attacco, è che Eder-Pellè resti il tandem preferito dal Ct, che Insigne-Pavoletti e Immobile-Borini leggano, guardino, replichino per cercare una maglia per l’Europeo. A proposito di Pavoletti: ok, è giovane e ultimo aggregato. Ma negli esercizi segnava anche ad occhi chiusi (primi tre tiri, primi tre gol, uno molto bello di testa, venendo incontro al pallone). Insomma, per essere una Nazionale che – fra le grandi – segna pochino, magari anche questa potrebbe essere un’indicazione da tener presente“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy