GdS – Marotta ha già in testa la nuova Inter: il punto su Spalletti, Icardi e il mercato

GdS – Marotta ha già in testa la nuova Inter: il punto su Spalletti, Icardi e il mercato

L’ad nerazzurro non si farà trovare impreparato: ecco come sta pensando la sua nuova creatura

di Simone Frizza, @simon29_

Icardi, Spalletti, il mercato e gli obiettivi. Sono questi quattro i punti principali sui quali verte il progetto a breve e lungo termine di Beppe Marotta, ad nerazzurro arrivato a Milano in quel di dicembre e pronto ad operare per la prima vera volta da questa estate. La ‘rivoluzione’ in casa Inter è pronta a partire con due questioni da risolvere, ovvero quelle col tecnico e con l’ex capitano, che permetteranno poi di avere le idee più chiare sulle seconde due, ovvero mercato ed obiettivi, come scrive l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport.

SPALLETTI – Il capitolo legato al tecnico, nonostante quanto circoli insistentemente in queste settimane, è tutt’altro che scontato: Luciano Spalletti è ancora in corsa per una qualificazione in Champions abbastanza tranquilla (ha 6 punti di vantaggio sul quinto posto, occupato dalla Roma, contro la quale sabato ci sarà lo scontro diretto) e può quindi migliorare il piazzamento dello scorso anno, passando da quarto per il rotto della cuffia a terzo in carrozza. Indubbiamente il nome di Conte piace molto in primis proprio a Marotta, ma la conferma di Spalletti è tutt’altro che da escludere.

ICARDI – Secondo il quotidiano milanese la separazione tra l’Inter ed Icardi è ormai cosa decisa, ma la società non vuole assolutamente concedere sconti per il suo cartellino. Lo scambio con Dybala appare ad oggi più lontano di quanto sembrasse diverse settimane fa, anche se Marotta non perde occasione per ribadire la sua stima nei confronti della Joya: “Giocatore di valore, ne apprezzo anche le qualità umane”, ha dichiarato non più tardi di 24 ore fa a Radio Anch’io Sport.

MERCATO E OBIETTIVI – Per rinforzare l’attuale rosa dell’Inter, ormai è cosa nota, la società è alla ricerca soprattutto di profili ben rodati e con esperienza internazionale, se possibile anche con un palmares non ancora del tutto vuoto. Da qui i nomi di Godin, già formalizzato, Rakitic e Modric, che potrebbe tornare di moda in caso di  rivoluzione al Real Madrid. La Juventus resta il punto di riferimento, “non solo come risultati, ma anche di gestione societaria”, come ha affermato lo stesso Marotta. Con l’obiettivo di ridurre sempre di più il gap proprio con i bianconeri.

CdS – Tutti vogliono Conte: non solo Inter, su di lui anche Roma e… Bayern Monaco

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy