Gianfelice Facchetti: “Basta puntare il dito contro Icardi. Conte o Spalletti? Ecco come la penso”

Gianfelice Facchetti: “Basta puntare il dito contro Icardi. Conte o Spalletti? Ecco come la penso”

Le parole del figlio del leggendario Giacinto Facchetti ad MC Sport

di Davide Ricci

Sulle frequenze di MC Sport è intervenuto Gianfelice Facchetti, figlio di Giacinto: indimenticabile presidente dell’Inter. Sono stati molti gli argomenti trattati, dal prossimo allenatore allo strapotere della Juventus. Ecco le sue parole:

FUTURO ALLENATORE – “Conte o Spalletti? Investirei in giocatori di qualità piuttosto che in allenatori che guadagnano cifre stellari. Rinforzerei la rosa acquistando giocatori utili per la crescita, mi sembra strano mandare via Spalletti. Da qui ad un mese e mezzo capiremo le strategie della società.”

IL DOMINIO DELLA JUVENTUS – “I bianconeri sono avanti di molto rispetto agli altri in Italia. Ma nei prossimi anni non sono convinto che vinceranno tutti gli scudetti. Se ci si sveglia cercando di fare bene le cose, la possibilità di cambiare c’è. Dovremo arrivare ad avere due squadre come la Juventus, o come nel 2009 quando dalla panchina si alzavano giocatori come Cruz e Crespo. Per farlo ci vorrà però un po’ di tempo. Si può dare fastidio ai campioni d’Italia, ad inizio anno abbiamo sperperato punti. Non bisogna sbagliare l’approccio al campionato.” 

ICARDI E’ DA TENERE? – “Innanzitutto lo lascerei stare fino a fine campionato – spiega Facchetti – Ha sicuramente fatto degli errori, ha pagato e forse pagherà ancora ma basta con questa Santa Inquisizione. A prescindere da tutto Maurito resta un giocatore fortissimo, poi è chiaro che quello che è successo ha portato a galla delle difficoltà nella sua gestione. La presenza di un procuratore così ingombrante – riferendosi a Wanda Nara – credo sia incompatibile con la figura di leader nello spogliatoio. Penso che se dovesse restare andrebbero chiarite alcune cose. Le responsabilità però sono di tutti: l’Inter non ha giocato a porte chiuse per colpa sua. Basta puntare il dito contro Icardi.”

PERISIC E NAINGGOLAN DELUDENTI – “E’ difficile valutare positiva la stagione del belga: l’investimento principale fatto dalla società non ha portato a quello che serviva in certe partite. Non abbiamo visto i gol e il salto di qualità. Perisic non ha fatto una stagione all’altezza, quindi non vorrei che dietro Icardi si nascondessero in troppi.”

CdS – L’Inter ci prova per Ziyech: presto contatti con l’Ajax. Ma il preferito di Marotta rimane Pépé

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy