Milan-Inter, Icardi: “Adesso non abbiamo più scuse. Vogliamo riportare l’Inter nel calcio che conta”

Milan-Inter, Icardi: “Adesso non abbiamo più scuse. Vogliamo riportare l’Inter nel calcio che conta”

Il capitano nerazzurro è intervenuto in conferenza stampa in vista del derby contro il Milan

Commenta per primo!
icardi argentina

Inter e Milan si preparano al 217° derby della Madonnina, in programma domenica sera allo stadio San Siro. A soli due giorni dalla stracittadina milanese, il capitano dei nerazzurri, Mauro Icardi, è intervenuto in conferenza stampa al fianco del tecnico Stefano Pioli.

L’attaccante argentino prende la parola ai microfoni di Inter Channel: “Siamo un gruppo molto buono, di bravi ragazzi, sempre disponibili a dare il massimo. Ci siamo allenati bene con i concetti del mister, dobbiamo fare bene sul campo. Fare gol al Milan? Non ho mai segnato a loro, neppure con la maglia della Samp. Questo è sicuramente un obiettivo per me”.

PIOLI – “Quando arriva un mister nuovo, tutti vogliono farsi vedere. Nell’ultima settimana abbiamo fatto un grande lavoro. Il mister sapeva che c’erano dei giocatori scontenti, adesso nessuno di loro avrà più motivo per esserlo”.

PRESSIONE DA DERBY – “No, nessuna pressione. Il mio lavoro è fare gol, a prescindere da chi ho davanti. Sicuramente segnare al Milan è uno dei miei obiettivi”.

ALLENATORE ITALIANO“Avete fatto voi giornalisti un po’ di casino sulla mia risposta. Io avevo detto che serviva un tecnico italiano perché in questo momento della stagione non possiamo iniziare a lavorare da capo con un mister straniero”.

CHIAMATA DALL’ARGENTINA – “Io faccio il mio lavoro qua all’Inter. Se poi dovesse arrivare la chiamata dell’Argentina, ne sarò orgoglioso. E’ un piacere sentire che grandi giocatori mi vogliono in Nazionale”.

DA MANCINI A PIOLI – “Penso che con Mancini quest’anno non siamo riusciti a fare niente, è andato via all’inizio. Con De Boer si sono viste cose buone, che ha portato alla squadra, con più gente in fase d’attacco. Adesso il mister vuole migliorare ulteriormente le cose. Quando arriva un nuovo allenatore si respira anche un’aria nuova. Dobbiamo prenderci le responsabilità senza scuse: siamo noi che scendiamo in campo”.

SPIRITO DI APPARTENENZA – “Giochiamo in una grande squadra e questo bisogna dimostrarlo sempre, non sono nel derby. Giocare un derby è sempre bello, cercheremo di fare bene come contro la Juventus”.

ULTIMO TRENO – “Non so se sarà l’ultima opportunità per la corsa Champions. Sicuramente è una gara importantissima, ma lo saranno anche tutte le altre che arriveranno d’ora in avanti. Il nostro obiettivo è riportare l’Inter nel calcio che merita”.

DEDICA A MIA FIGLIA – “Si, avevo già fatto una maglietta per l’Europa League, ma me ne sono dimenticato”.

DE BOER – “Non è stato facile per lui arrivare a pochi giorni dall’inizio del campionato, però lui ci ha trasmesso sempre la sua voglia di cambiare le cose. In più sul campo ci ha trasmesso delle cose che non avevamo. Purtroppo quando le cose vanno male, paga sempre il mister”.

MILAN A 8 PUNTI – “Non è una cosa che ci dà fastidio. E’ più fastidioso il momento che stiamo attraversando. Noi non dobbiamo pensare agli altri, ma pensare solo a noi stessi. A maggio vedremo come siamo messi”.

PERISIC È CARICO PER IL DERBY: SUPER GOL IN ALLENAMENTO

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy