Icardi: “Scudetto possibile. Nessun problema con Jovetic. Higuain è più forte di me”

Icardi: “Scudetto possibile. Nessun problema con Jovetic. Higuain è più forte di me”

Commenta per primo!

E’ tra i protagonisti più attesi del big match di domenica sera tra Napoli e Inter: Mauro Icardi sfiderà il suo connazionale Gonzalo Higuain. Intervistato da Mediaset Premium, Icardi ha parlato di scudetto, del rapporto con Jovetic, di nazionale e di mercato. Ecco le sue parole:

CHAMPIONS – “Sarebbe bello giocarla, per me e per la squadra”.

HIGUAIN-ICARDI – Higuain è più forte di me, ha tanta esperienza, ha fatto tanti anni ad altissimi livelli. Io sono giovane, lui ha fatto tanta strada”.

NAZIONALE – “Devo sempre dare dimostrazioni di meritare la Nazionale argentina, non solo lunedì ma in ogni partita”.

SCUDETTO – “Io lo dico sempre: quello che vogliamo è vincere lo scudetto e arrivare in Champions League. Il calcio italiano non è facile, dobbiamo essere sempre concentrati in tutte le partite perché si possono perdere punti importanti anche con le piccole. Manca meno di un mese a Natale e siamo in testa, questo è un grande passo. Penso che dobbiamo pensare partita dopo partita. Vincere lo scudetto detto non è impossibile perché è quello che vogliamo tutti”.

GOL – “L’anno scorso avevo 2-3 gol in più, poi ci siamo conosciuti meglio e abbiamo fatto tanti gol, speriamo quest’anno accada la stessa cosa. Non so se farò tanti gol come l’anno scorso, ma voglio aiutare la squadra con le mie reti“.

PRESSIONE – “La fascia di capitano e il titolo di capocannoniere non mi danno alcuna pressione, sono molto tranquillo. Non soffro la pressione anche perché siamo primi in classifica”.

JOVETIC – “Ho parlato con lui e ci siamo detti che fino ad ora abbiamo fatto pochi gol. Nonostante ciò la squadra è comunque prima. Jovetic mi cerca in campo, così come Ljajic. A volte è difficile fare la giocata giusta. L’intesa con lui migliorerà se giochiamo insieme. Anche contro il Frosinone tante volte ci siamo cercati e questo ci aiuterà”.

PANCHINA IN INTER-ROMA – “Non so se si può parlare di fastidio: per un giocatore giocare partite importanti dà emozioni, dà qualcosa in più. Non giocare mi ha fatto stare un po’ male, però se il mister ha deciso così ha fatto bene, a fine partita eravamo tutti contenti per il risultato e la panchina l’ho lasciata da parte.”

LJAJIC – “Lui e Jojo hanno le qualità per fare grandissimi cose. Io mi metto a loro disposizione per fare movimenti che aiutino anche loro. Hanno le qualità per fare delle giocate da soli”.

MERCATO – “Solo voci, io non so nulla di mercato, se vogliono devono rivolgersi alla società, ad Ausilio. Quest’anno resto all’Inter,  non posso mollare una squadra che sta facendo benissimo”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy