Inter-Benevento, Marotta (Rai): “San Siro chiuso? Squalifica ingiusta: ecco perché. Oggi dobbiamo essere più motivati”

Inter-Benevento, Marotta (Rai): “San Siro chiuso? Squalifica ingiusta: ecco perché. Oggi dobbiamo essere più motivati”

Le parole del dirigente nerazzurro pochi istanti prima del fischio d’inizio dell’impegno casalingo contro la formazione campana

di Raffaele Caruso

Iniziare il 2019 con una vittoria, avanzare in Coppa Italia e cercare di evitare clamorose brutte sorprese come successo un anno fa contro il Pordenone: è questa la missione dell’Inter di Luciano Spalletti che ospita questo pomeriggio  il Benevento a San Siro per il match valido per gli ottavi di Coppa Italia.

A pochi minuti dal fischio d’inizio, Beppe Marotta, amministratore delegato nerazzurro della parte sportiva, si è concesso ai microfoni della Rai: “Sappiamo che oggi c’è un fattore ambientale particolare e inedito, dobbiamo essere più motivati. Loro non hanno nulla da perdere. Il razzismo negli stadi? Le colpe non sono solo dello sport, ma è un problema della società civile. Ci vuole la collaborazione del governo e dei vari enti perché si crei cultura. L’Italia non è razzista, vanno deprecati questi fatti ma non è giusto squalificare uno stadio quando il 95% dei cittadini ha diritto ad assistere ad uno spettacolo importante”. Nel frattempo arrivano novità importanti di mercato dell’Inter: segui in diretta le notizie qui.

LIVE MERCATO – SEGUI TUTTE LE TRATTATIVE DEI NERAZZURRI IN DIRETTA

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

INTER-ICARDI: ECCO LE REGOLE PER ARRIVARE AL RINNOVO

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. resdev_94 - 1 settimana fa

    il calcio non è fatto da solo persone che vanno allo stadio
    anche chi sta a casa paga il biglietto ,e siamo molti di più , grazie ai soldi delle tv vieni pagato pure tu ,
    molte volte sono persone malate , in ospedale, anziani , e tanta gente normale , che vorrebbe parlare e vedere solo il calcio, invece stiamo qui sempre a discutere di uno schifo totale fatta da uno schifo di tifo
    che sembra che non ne può proprio fare a meno di offendere un avversario o un popolo
    in europa , altro che la solita multicella e le poche giornate di chiusura al pubblico,
    la verità è proprio che siamo un popolo tollerante ai razzisti
    anche nelle istituzioni più alte , che in tv si lavano la bocca con belle parole ma in privato sono i primi a odiare gli avversari

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy