INTER FEMMINILE – E’ un pareggio che fa male: 0-0 a Monza. Il sorpasso ora si complica

INTER FEMMINILE – E’ un pareggio che fa male: 0-0 a Monza. Il sorpasso ora si complica

Baresi e compagne mancano l’aggancio alla vetta, dove comanda ancora l’Orobica pur avendo rispettato il turno di riposo

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

Non è una sconfitta, ma non ci voleva: l’Inter Femminile, dopo aver ritrovato i tre punti nella partita casalinga contro il Padova, s’inceppa nuovamente in trasferta con la Fiammamonza e non riesce a sbloccare il match, pur meritando qualcosa in più delle avversarie. Al termine del match la società nerazzurra, attraverso il profilo ufficiale Facebook, ha commentato così il pareggio: “Uno 0 a 0 che non serve a nessuno. Partita dominata dall’inizio alla fine, ma è mancato il guizzo vincente. Peccato, si può e si deve dare di più”. Insomma, far meglio dell’avversario, per la squadra favorita del girone, non può bastare.

PROBLEMI – Come detto non è arrivata una sconfitta, ma resta davvero l’amaro in bocca se si pensa che la capolista Orobica non ha giocato per il turno di riposo, e che si ritrova dunque ora a +2 con una partita in meno rispetto alle nerazzurre. Il calendario mostra chiaramente come le chicas da ora in avanti non abbiano più il destino nelle loro mani, dovendo sperare per forza di cose in più di un passo falso da parte delle bergamasche, senza potersi più permettere ulteriori inciampi. Coincidenza vuole che la flessione coincida nelle prime 4 partite del calendario, come nel girone d’andata: 3 pareggi ed una vittoria allora, due pareggi, una sconfitta ed una vittoria ora.

Le nerazzurre hanno dimostrato di essere, quando vogliono, la squadra più forte, e non c’è avversario che tenga nel girone. Ecco perchè mister Wergifker dovrà essere bravo a sbloccare le ragazze soprattutto dal punto di vista psicologico più che tecnico o tattico: nelle ultime uscite, Padova a parte, è sembrato quasi che l’Inter si sia fidata troppo di sè stessa, dando quasi per scontata la vittoria, mentre le avversarie di turno mostravano più determinazione per portare a casa il risultato.

PROSSIMI IMPEGNI – Sembrerà scontato dirlo, ma da ora in avanti saranno tutte delle vere e proprie finali per Baresi e compagne. Domenica arriva il Caprera, fanalino di coda con 0 punti e sommerso all’andata con 10 gol. L’Orobica ospita il Padova, che 10 gol li ha subiti nelle ultime due partite se si sommano le reti realizzate da Inter e Milan contro i patavini. Otto partite e poi non ci sarà più nulla da recriminare: l’obbligo è provare a portare a casa 24 punti, in un filotto riuscito già nel girone d’andata, per poi vedere se da Bergamo saranno riuscite a mantenere il passo.

CLASSIFICA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy