CdS – Polivalenza e lista UEFA: ecco perché Ausilio ha spinto fino in fondo per Keita

CdS – Polivalenza e lista UEFA: ecco perché Ausilio ha spinto fino in fondo per Keita

Le motivazioni per cui l’Inter si è convinta a chiudere Keita

di Lorenzo Della Savia, @loredstweet

Polivalenza al 100%, problemi per l’inserimento in lista UEFA allo 0%. Il motivo per cui l’Inter ha deciso di affondare il colpo per Keita è ben spiegato oggi dalle colonne del Corriere dello Sport, che illustra le ragioni che i nerazzurri hanno considerato per premere sull’acceleratore e mandare in porto un’operazione a una formula vantaggiosa. Vantaggiosa perché i 5,5 milioni da pagare subito sono un investimento congruo per un giocatore che può non essere riscattato se dovesse deludere le aspettative. E poi perché – col prestito con diritto di riscatto – non ci saranno problemi in ottica inserimento nella lista Champions.

L’altro aspetto che ha deciso Ausilio ad andare avanti e a chiudere col Monaco è la versatilità, la polivalenza, dell’ex Lazio. Può fare l’esterno offensivo in un tridente o in un 4-2-3-1, ma non disdegna nemmeno una sua applicazione da seconda punta. Intanto, ormai, siamo allo scambio dei documenti tra le parti. Keita non è stato convocato per la prima in Ligue 1 del Monaco ed il trasferimento è praticamente cosa fatta.

LEGGI ANCHE – INTER-KEITA, E’ QUASI FATTA. CIFRE E DETTAGLI

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIERI-RONALDO, CHE SPETTACOLO ALLA BOBO SUMMER CUP!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy