Inter-Milan, quando il derby diventa…societario

Inter-Milan, quando il derby diventa…societario

Le milanesi, oltre alle sfide sul campo, si sono scontrate anche a livello dirigenziale

Con l’arrivo delle proprietà cinesi, la sfida tra i nerazzurri e i rossoneri è diventata ancora più sentita: prima la bagarre per Ricardo Rodriguez, poi per Conti e per finire Keita (andato al Monaco). Nella prossima sessione di mercato le due squadre si sfideranno ancora, questa volta per il genoano Pellegri, ad un passo dall’Inter nell’ultima finestra di calciomercato, poi l’affare è saltato per il blocco degli investimenti arrivato dalla Cina.

Ma le milanesi da qualche tempo hanno un vero e proprio derby anche a livello dirigenziale: il primo trasferimento da una parte dei Navigli all’altra c’è stato il 14 aprile 2017, quando con l’ufficializzazione del passaggio di proprietà del Milan da Fininvest all’imprenditore cinese Li Yonghong, Fassone è diventato ufficialmente amministratore delegato del club rossonero sostituendo Adriano Galliani. Fassone non è nuovo a questi cambi di casacca: ha svolto un ruolo dirigenziale anche alla Juventus nel 2003 come Direttore Marketing del settore commerciale del club bianconero, poi nel 2010 come direttore generale del Napoli. L’arrivo all’Inter nel 2012 (dove è rimasto fino al 2015) con gli stessi compiti svolti nella societa partenopea, prima di sbarcare al Milan lo scorso aprile.
Con lui al Milan è arrivato anche Massimiliano Mirabelli in veste di direttore sportivo e responsabile dell’area tecnica del club rossonero: anche lui ha avuto un passato all’Inter come capo degli osservatori dal 2014 al 2016.

I due “uomini forti” della dirigenza rossonera hanno avuto modo di lavorare con tanti uomini dell’Inter che, come in una vera e propria trattativa di mercato, hanno prelevato dai nerazzurri:  Alberto Celario, segretario generale e responsabile del settore giovanile dell’Inter, passato al Milan quest’estate, Andrea Romeo, ex arbitro di Serie A e team manager all’Inter, ora ricopre la stessa carica al Milan e Giuseppe Mangiarano, segretario dell’area sportiva dei nerazzurri fino al 2016, poi al Crotone ed ora al Milan, grazie ad una deroga della Serie A, che gli ha permesso di trasferirsi nella stessa stagione da una società all’altra.
Il Milan vince la sfida dirigenziale. Chissà se sul campo l’Inter riuscirà a ribaltare il risultato…

INTER, SPALLETTI: “MERCATO? ACQUISTI GIUSTI”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy