Inter, qualità ed abbondanza in attacco. Spalletti riflette: qual è la soluzione migliore?

Inter, qualità ed abbondanza in attacco. Spalletti riflette: qual è la soluzione migliore?

Il tecnico di Certaldo in questa stagione si trova ad avere più possibilità di scelta nel reparto avanzato: fra Lautaro Martinez, Politano e Keita, ora torna anche Nainggolan

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

Dopo un mercato condotto con saggezza, l’Inter è partita in modo a dir poco incerto. Vuoi per la condizione fisica non ottimale, vuoi per il fatto che la squadra debba ancora assemblarsi al meglio, nelle prime due uscite i nerazzurri hanno raccolto appena un punto contro Sassuolo e Torino, mostrando di essere un cantiere aperto.

A far riflettere infatti non sono tanto i risultati, quanto il fatto che Luciano Spalletti abbia già provato versioni diverse della sua squadra, senza ancora trovare la soluzione che dia maggiori certezze. 4-2-3-1 o 3-4-2-1? Ma soprattutto, chi la spunta fra i giocatori che devono supportare Icardi in attacco?

In difesa i dubbi sono soprattutto legati al modulo, mentre come titolari sembrano essere certi del posto Skriniar e De Vrij, con D’Ambrosio e Asamoah prime scelte sia per la fascia e l’italiano pronto ad adattarsi come terzo della linea a 3. In mediana c’è meno scelta e proprio per questo i dubbi sono inferiori: Brozovic titolare inamovibile, al suo fianco uno fra Asamoah, Vecino e Gagliardini a seconda della partita. I dubbi maggiori dunque riguardano l’attacco, dove dal mercato sono arrivati ben 3 tasselli: Lautaro Martinez, Nainggolan e Politano. L’uscita di Karamoh dà più spazio a Candreva, che sembrava finito nel dimenticatoio.

La scorsa stagione, Candreva e Perisic si sono dovuti letteralmente sdoppiare: raramente i due hanno potuto riposare per la mancanza di alternative valide. Spalletti ora ha quindi un’arma in più da sfruttare. Fino ad oggi, complice l’infortunio di Nainggolan e la prova non del tutto convincente di Lautaro Martinez a Sassuolo, il tecnico deve ancora trovare i “titolarissimi”. E non è detto che accada, qualora nelle prossime partite dovessero dimostrare tutti il proprio valore.

E’ proprio questo il punto sul quale il tecnico di Certaldo dovrà lavorare e riflettere: come sfruttare al meglio il potenziale dei nuovi arrivati? C’è chi spinge per continuare con i tre giocatori dietro a Maurito, chi per il doppio trequartista, chi addirittura vorrebbe il Ninja più arretrato al fianco di Brozovic, per inserire in avanti un uomo di qualità in più. A partire da Bologna, Spalletti avrà le sue risposte: solo il campo potrà dire chi è pronto a prendersi l’Inter e chi ancora deve ambientarsi o maturare.

LEGGI ANCHE – BOLOGNA-INTER, LE PROBABILI FORMAZIONI: E’ L’ORA DI NAINGGOLAN

 Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

 VIDEO – SORTEGGI CHAMPIONS, STOPPINI: “SKRINIAR, ECCOTI MESSI E KANE”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy