Inter-Udinese, Spalletti (Sky): “I giocatori hanno la faccia di chi vuole ripartire, l’Inter viene prima di tutto. E sulle parole di Marotta…”

Inter-Udinese, Spalletti (Sky): “I giocatori hanno la faccia di chi vuole ripartire, l’Inter viene prima di tutto. E sulle parole di Marotta…”

Il tecnico nerazzurro ha parlato oggi ai media in vista di Inter-Udinese di domani sera

di Lorenzo Della Savia, @loredstweet

Dopo la conferenza stampa in vista della partita di domani contro l’Udinese, il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti ha parlato ai microfoni di Sky. Una partita, quella di domani, in cui i nerazzurri dovranno cercare di rialzarsi dopo il capitombolo europeo di martedì scorso: “Bisogna vedere i giocatori come rientrano nello spogliatoio, come vivono la ripartenza nel giorno dopo, nessuno ha preso le distanze da quello che è successo – ha dichiarato l’allenatore – Tutti vogliono mettere davanti a quello che andiamo ad incontrare il bene dell’Inter: si sono allenati bene e hanno le facce di quelli che vogliono andare a creare una ripartenza”.

Continua Spalletti: “Secondo me ci sono successi degli episodi che dobbiamo tener conto che possono capitare e che hanno determinato che la squadra si innervosisse un po’ – dichiara – Io non ho visto una squadra in difficoltà in queste partite, in balìa dell’avversario, una squadra che ha sofferto e vedere che poi stanno bene perché fisicamente stanno bene, vedere che hanno la testa già orientata verso l’esibire qualità e giocate, voler vincere le partite, è fondamentale. E’ chiaro che è una sconfitta che dà fastidio perché è una sconfitta importante”.

ASAMOAH “Il ragazzo è dispiaciuto però è un ragazzo forte, è forse quello che ha più esperienze di moltri altri in spogliatoio, è quello che può indicarci la squadra per andare a fare il primo passo, che non ti porta a destinazione, ma ti toglie da dove eri precedentemente. E’ un ragazzo sano, una persona professionista e di cui ci si può fidare”.

ICARDI – “Contro il PSV ha tirato fuori anche quello che in altre gare era stato un po’ il suo tallone d’Achille, ciò che gli avevano criticato tutti e per cui ci era toccato difenderlo. In questa gara ha risposto da solo e ne ha tratto beneficio la squadra ma soprattutto lui perché ha giocato una partita completa e l’hanno fatto anche molti altri, però è stato quel periodo in cui ci siamo innervositi, che abbiamo preso il gol e perso equilibrio e quello ci è costato delle fatiche”.

MAROTTA – “Le sue parole fanno piacere, è una persona che conosco bene, è un dirigente che ho già avuto e mi ha già insegnato molte cose. Fanno piacere anche le parole degli altri direttori coi quali ho già parlato dopo Inter-PSV e mi hanno subito confortato perché ci vedevano molto amareggiati per il risultato. Però poi le soluzioni le devi avere tu, le reazioni sono tue perché questo tipo di messaggio, a seconda di come lo assorbi, nasconde anche delle insidie. Però Marotta sa quelli che sono i bottoni da spingere perché ha talmente tanta esperienza e sarà importante per una società già forte come la nostra”.

LEGGI ANCHE – LA CONFERENZA DI SPALLETTI IN VITA DELL’UDINESE

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

“CHRISTMAS MOOD” IN CASA ICARDI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy