Gagliardini: “Vogliamo stare sempre in alto. Spalletti ha una grinta pazzesca e su Nainggolan vi dico che…”

Gagliardini: “Vogliamo stare sempre in alto. Spalletti ha una grinta pazzesca e su Nainggolan vi dico che…”

La prossima potrebbe essere la stagione del definitivo rilancio per Roberto Gagliardini

Dopo l’Europeo Under 21 disputato con la maglia dell’Inter, Roberto Gagliardini ha deciso di ridursi le vacanze per iniziare subito il ritiro con l’Inter e preparare al meglio la prossima stagione. Il giovane centrocampista nerazzurro è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport ed ha trattato diversi temi. Ecco le sue parole:

LETTERA DI SCUSE DOPO EUROPEO U21 – “Quel gesto era legato alla rabbia per come era finita. Potevamo arrivare fino in fondo, era una bella Nazionale“.

OBIETTIVO INTER – “L’obiettivo stavolta è grande. Dopo la stagione scorsa vogliamo stare sempre nelle prime posizioni. Serve più continuità di risultati, ancor prima che di rendimento. L’anno scorso ad un certo punto ci siamo piantati, il nostro è stato un calo evidente. Dovremo fare la corsa su noi stessi, capire che ogni partita vale tre punti e che non bisogna mollare mai. Le altre si sono rinforzate, ma abbiamo di tutto per fare bene. Vedremo alla fine dove saremo arrivati“.

PROBLEMA SPOGLIATOIO LO SCORSO ANNO? “Non credo, siamo sempre stati uniti. Credo che il problema fosse soprattutto nella testa“.

SPALLETTI – “Spalletti non ci ha ancora parlato singolarmente, ma nell’affrontare il gruppo è stato chiaro e diretto. Oltre alla grinta pazzesca, mi ha colpito la sua preparazione. Ci stimola e consiglia continuamente in allenamento. Andare in campo sapendo esattamente i propri compiti può fare la differenza“.

RUOLO – “Ad ogni calciatore interessa innazitutto giocare. Poi al sistema di gioco ci si adatta. Io trequartista? In quella posizione ho giocato soltanto agli inizi, ho altre caratteristiche. Poi ripeto, ci si adegua a tutto”. 

TOP PLAYER – “I top player spesso lascia il tempo che trova se non c’è un vero gruppo attorno. La nostra forza deve essere il collettivo, quello che è un po’ mancato negli ultimi mesi della scorsa stagione. Dobbiamo diventare un tutt’uno con staff tecnico e società per spingere L’Inter di nuovo in alto”. 

ULTIMA CHANCE PER TUTTI – “Ha ragione Spalletti, è arrivato il momento di cambiare marcia. L’Inter è fuori dall’Europa che conta da troppo tempo. Non si può più sbagliare“.

DIFESA –Giusto concentrarsi innanzitutto sulle basi. Col passare dei giorni ci conosceremo meglio e per l’inizio del campionato dovremo aver trovato la giusta solidità in tutte le fasi del gioco”.

ULTIMA STAGIONE DI GAGLIARDINI – “Credo che nei giudizi manchi l’equilibrio. Nelle prime dieci gare giocate vincevamo e sono stato dipinto come un fenomeno, quasi sempre il migliore in campo. Poi sono arrivate tante critiche, anche se credo di aver giocato meglio in alcune delle ultime gare rispetto ad altre in cui ero stato incensato. Detto questo, è vero che ad un certo punto ho avuto un calo”.

MONDIALE IN RUSSIA“In effetti sarà un anno decisivo anche a livello personale. Il Mondiale è uno degli obiettivi che mi sono posto, a partire dalla sfida di inizio settembre contro la Spagna per vincere il girone di qualificazione. Sarebbe la ciliegina sulla torta”.

BORJA, SKRINIAR E BASTONI – “Lo spagnolo lo conoscevo da avversario , ha qualità tecniche uniche e potrà darci una grande mano. Milan mi aveva già colpito con la Samp e con la Slovacchia all’Europeo U21. Mi impressiona soprattutto per la sua personalità. Bastoni lo conosco bene. Gran bel giocatore, è un centrale difensivo mancino. E sappiamo quanto è difficile trovarne col piede sinistro. Poi è davvero bravo ad impostare il gioco”.

PERISIC – “Credo che sia lui a dover affrontare la questione con la società. Nello spogliatoio non trapela nulla”.

PERCHE’ SARA’ L’ANNO GIUSTO PER L’INTER? –Perché c’è una società solida, con un progetto a lungo termine. Perché c’è l’allenatore giusto. E perché abbiamo dentro una grande rabbia dopo quello che è successo la scorsa primavera”.

NAINGGOLAN – “Radja è un giocatore di livello internazionale, uno forte forte“.

PERISIC NERVOSO: “VUOI CHE TI PRENDA IL TELEFONO?”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy