Ince: “Volevo restare all’Inter, ma avevano preso Ronaldo”

Ince: “Volevo restare all’Inter, ma avevano preso Ronaldo”

Le parole di Paul Ince, ex calciatore dell’Inter, sulla sua esperienza in nerazzurro e non solo

intervista ardemagni

Paul Ince, ex calciatore dell’Inter, ha parlato ai microfoni di Intependent della sua esperienza in nerazzurro e non solo: “Sarebbe stato difficile passare dal Manchester United al Liverpool, ma l’aver giocato per due anni nell’Inter ha reso tutto più facile. Non sto dicendo che non avrei considerato la possibilità di trasferirmi direttamente dal Manchester United al Liverpool. Semplicemente le cose non sono andate in quel modo. Volevo restare all’Inter, avevo ancora tre anni di contratto e il club aveva appena preso Ronaldo. Mi sarebbe piaciuto tantissimo giocare con lui. Ma per la mia famiglia, decisi di tornare in Inghilterra. Fosse dipeso solo dal calcio, probabilmente oggi starei ancora vivendo in Italia“.

Quando tornai in Inghilterra, il Liverpool era l’unico club per me perché la squadra era sempre più vicina allo United e io conoscevo tanti ragazzi: Macca , Fowler, David James. Quello che dovete ricordare è che io non ho mai voluto lasciare lo United. Ero lì da sei anni e stavo negoziando un prolungamento per altri quattro anni. Poi però lo United raggiunse un accordo con l’Inter. Non fui io a spingere ad andarmene. Ero felice a Manchester. Quando lasciai l’Inter per tornare in Inghilterra, lo United era la prima opzione, ma il club non mi considerava. Perciò quando un altro grande club come il Liverpool si fa avanti cosa fai? Non dici: ‘Non vado al Liverpool perché chissà cosa diranno i tifosi dello United’. Non puoi vivere la tua vita in questo modo. Io sono più forte di questo. Non mi è mai passato per la testa di rifiutare il Liverpool. Ho trascorso sei anni stupendi allo United, ma loro non mi vollero. E io dovevo andare avanti“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy